Lamezia Terme (CZ), non mandano figli a scuola dell’obbligo. Denunciati genitori

Lamezia Terme (CZ), non mandano figli a scuola dell’obbligo. Denunciati genitori

carabinieri2

carabinieri2

In alcuni comuni del comprensorio di Lamezia Terme si sta diffondendo il fenomeno della dispersione scolastica. Grazie alla sinergia con i dirigenti degli istituti scolastici e con i servizi sociali, ogni anno vengono segnalati alla Procura della Repubblica tutti i casi di quei genitori o esercenti la patria potestà, che non inviano i propri figli alla scuola dell’obbligo.

I dati dell’ultimo triennio relativi solo all’attività compiuta dall’Arma di Lamezia Terme sono significativi e stanno ad indicare che sussiste una problematica reale e preoccupante: nell’Anno scolastico 2008/2009, sono state denunciate 156 persone; nell’Anno scolastico 2009/2010 sono state denunciate 95 persone e per finire nell’Anno scolastico 2010/2011, 114 denunce.

Quest’anno è emerso che l’ 80% a non inviare i figli alla scuola dell’obbligo sono stati principalmente famiglie di etnia rom ormai stanziali sul territorio lametino, mentre il restante 20%, sono state famiglie di nazionalità marocchina.
Le forze dell’Arma, stanno svolgendo un compito molto importante, soprattutto nell’individuazione di quelle situazioni ai margini del vivere sociale, fatte spesso di violenza, soprusi, indigenza, ed alcune volte solo di modi di vivere, che tuttavia impediscono ai minori di esercitare il diritto all’infanzia universalmente riconosciuto.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!