Il Primo Concorso di Composizione Jazz “Piero Cusato” assegnato a Ferruccio Messinese

Il Primo Concorso di Composizione Jazz “Piero Cusato” assegnato a Ferruccio Messinese

eadv
Foto Ferruccio Messinese

Foto Ferruccio Messinese

Ferruccio Messinese, musicista di Lamezia Terme (Cz), con il brano “…Remembering” si è aggiudicato il Primo Concorso di Composizione Jazz “Piero Cusato”, evento organizzato dal Comune di Siderno in collaborazione con l’Associazione Musicale Città di Ardore ed il patrocinio del Conservatorio di Musica di Vibo Valentia.

Il Concorso, la cui presidenza è stata affidata alla direttrice del Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, M° Antonella Barbarossa, prevedeva la presentazione di brani la cui trama musicale aveva l’obbligo di ispirarsi ad “Iconaniconica”, insieme di composizioni contenute nell’omonimo CD del M° Piero Cusato, musicista jazz calabrese ed ex docente al Conservatorio di Musica Vibo Valentia, prematuramente scomparso ed a cui era dedicato il Concorso.

La Commissione, composta da autorevoli musicisti del settore ha assegnato al brano composto da Messinese, “…Remembering”, il massimo punteggio, conferendogli così la vincita del Concorso.

Una pregevole affermazione, quindi, quella conseguita da Messinese:<< Il jazz non una è musica che si improvvisa ma è una musica che vive con l’improvvisazione –  ha commentato Messinese –  un genere musicale che richiede una dose di creatività sempre tesa ai limiti del parossismo espressivo. Dedico questa affermazione –  ha continuato Messinese – al caro maestro Cusato, con il quale ho conseguito il Diploma di Jazz; ricordo ancora i suoi stimoli nella direzione di una prospettiva armonica più “nera”, di impatto, un continuo stimolo alla ricerca di una espressività vera, di una lucida consapevolezza scevra da ogni conformismo preconfezionato. Il brano “…Remembering” – ha concluso Messinese – strutturato nella “classica” forma ABA,  evidenzia delle scelte stilistiche moderne con la presenza di un grado tensivo molto elevato e la partecipazione al tessuto sonoro di dissonanze “afunzionali” che rivelano la propria ragion d’essere nel momento del reciproco incontro-scontro all’interno della trama melodico-contrappuntistica del melos.>>

Category Catanzaro, Lamezia

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!