ArpaCal, il Dipartimento di Crotone sarà “CO2 Free”

ArpaCal, il Dipartimento di Crotone sarà “CO2 Free”

arpacal

arpacal

Ridurre a zero il consumo energetico, determinando non solo un risparmio complessivo ma anche un sensibile calo delle emissioni di CO2 in atmosfera e giungendo alla completa autonomia energetica. E’ con questo obiettivo che l’Agenzia regionale per la protezione per l’ambiente della Calabria (ARPACAL) ha ottenuto il finanziamento di 549 mila euro dalla Regione Calabria per la realizzazione del progetto di “miglioramento dell’efficienza ed il risparmio energetico dell’edificio di proprietà adibito a Dipartimento Provinciale ARPACAL di Crotone e delle relative pertinenze”, presentato nell’ambito del POR FESR 2007-2013 Linea d’intervento 2.1.2.1 – “Avviso pubblico per il sostegno alla realizzazione di modelli per la diminuzione dei consumi negli usi finali”.

“L’idea – commenta il Direttore generale dell’Arpacal, dr.ssa Sabrina Santagati – è stata interamente pensata e realizzata da personale interno all’Agenzia dotato di specifica professionalità ed al quale va il mio più sentito ringraziamento per il lavoro svolto e per l’abnegazione prestata; nel dettaglio il progetto è nato dalla necessità di abbattere il consumo energetico dei Dipartimenti provinciali Arpacal, giungendo alla completa autosufficienza, rendendo la nostra Agenzia coerente ai valori di tutela dello sviluppo sostenibile che ha il compito, per mission istituzionale, di promuovere nella collettività”.

Così, da una valutazione degli impianti e degli immobili che ospitano i diversi dipartimenti provinciali dell’Arpacal, si è constatato che la sede dipartimentale di Crotone presentava un alto fabbisogno energetico; ciò era determinato dalla presenza di vecchi impianti di riscaldamento/raffreddamento non centralizzati, dalla mancanza di specifici impianti di areazione per i laboratori che determinavano una classificazione energetica globale dell’edificio riconducibile alla Classe energetica E, terz’ultima delle classi previste dalla normativa in vigore.

Con questo progetto, volto a  migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio, saranno attivati interventi mirati e finalizzati non soltanto al risparmio energetico complessivo ma anche volti ad ottimizzare gli impianti tecnologici, con particolare riferimento a quelli di condizionamento e climatizzazione tali da garantire un ottimo rapporto costi/benefici, sia in termini di salvaguardia dell’ambiente e sia di comfort per i lavoratori; tutto ciò intervenendo sulla sostituzione dei serramenti, con nuovi modelli ad alta efficienza e risparmio energetico, con la realizzazione di un più adeguato impianto centralizzato di climatizzazione, condizionamento e areazione dei locali del Dipartimento.

Ciò consentirà, dal punto di vista energetico, di considerare l’immobile come “completamente autosufficiente” e di ipotizzarlo completamente “CO2 free” ossia senza produzione di CO2 per il proprio fabbisogno energetico. L’immobile, quindi, passerà dalla classe energetica E alla classe energetica A+, ossia il top previsto dalla normativa in termini di basso impatto nel consumo energetico, attraverso due passaggi: il primo, volto al risparmio dei consumi energetici, farà guadagnare all’immobile il passaggio dalla classe E alla classe B. Il salto finale alla  classe A+ sarà determinato dal fatto che la sede dipartimentale di Crotone dell’Arpacal è dotata di un impianto fotovoltaico che già produce energia elettrica rendendo la sede dell’Agenzia, anche a progetto completato, autosufficiente per il proprio fabbisogno, con una quota rimanente di surplus energetico che viene restituito alla rete elettrica nazionale.

L’equipe di tecnici dell’Arpacal che ha integralmente realizzato il progetto – e che ha determinato il posizionamento dell’Agenzia al settimo posto complessivo degli enti finanziati per progetti di simile portata –  è composta da: Ing. Pasquale Anastasio, Arch. Rossella Santorelli, Ing. Pietro Paolo Capone, Per. Ind.le Salvatore Ferro, Geom. Serafino Gallo.

“Questo progetto – ha dichiarato il Presidente dell’Arpacal, Prof.ssa Marisa Fagà – sta a significare quante risorse di grande rilievo ci siano nella nostra Agenzia ed alle quali va il mio plauso per l’attività svolta. Ciò ci dà l’opportunità di continuare su questa strada, quella dell’autosufficienza energetica, anche negli altri dipartimenti provinciali, tra cui Cosenza dove a breve ci sarà il trasferimento nei nuovi locali. In generale – ha concluso Fagà – è un segnale di grande importanza la ferma volontà della Regione Calabria di insistere sui processi di autosufficienza ed efficienza energetica, percorso ineludibile per realizzare un serio sviluppo sostenibile”.

Category Catanzaro

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!