Cassano allo Ionio (Cs), sequestrate tre aree per rifiuti tossici

Questo post é stato letto 24110 volte!

Tre le aree sequestrate nei comuni di Cassano allo Ionio e Cerchiara di Calabria, interessate dalla presenza di circa 22 mila tonnellate di ferriti di zinco. Nel registro degli indagati sono stati iscritti i legali rappresentanti della società Syndial spa (gruppo Eni), produttrice dei rifiuti che hanno provocato l’inquinamento.
I provvedimenti sono stati eseguiti a conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Castrovillari, che fa seguito ad una precedente attività investigativa dalla quale era emerso un sistema di smaltimento illecito di tonnellate di rifiuti tossici provenienti dalla Pertusola Sud di Crotone.
Il sequestro delle aree, oggetto di precedenti provvedimenti, è stato disposto dalla Procura di Castrovillari per la mancata realizzazione degli interventi di bonifica previsti e per l’attuazione dei quali erano stati stanziati 4 milioni e mezzo di euro nell’ambito dell’Accordo di programma quadro in materia di tutela e risanamento del territorio regionale.

Questo post é stato letto 24110 volte!

Author: Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *