“Garanzia giovani”,  il governo non può privare la Calabria

“Garanzia giovani”, il governo non può privare la Calabria

Proprio mentre l’ultimo Rapporto della Svimez fotografa uno scenario a tinte fosche per la nostra regione, siamo costretti a confrontarci con l’ennesimo esempio di malgoverno che ha caratterizzato questa infausta stagione di centrodestra alla regione.

E’ terribile quanto sta emergendo a proposito del programma “Garanzia giovani”, uno strumento europeo per combattere la disoccupazione. In Calabria si sono registrati 14 mila ragazzi, ma ad oggi non è stato fatto alcun colloquio!

Rischiamo di perdere ingenti risorse comunitarie per i giovani, per il lavoro, per lo sviluppo della nostra regione, per responsabilità di una giunta che fino alla fine ha mostrato la sua inadeguatezza e la sua inettitudine e per le inadempienze dei Centri per l’impiego che dovevano gestirne le procedure.
Stiamo parlando di una dote di 67 milioni di euro, da utilizzare per politiche di accoglienza, presa in carico, orientamento, formazione, accompagnamento al lavoro, apprendistato, tirocini, mobilità, bonus occupazionali, che il governo, per bocca del sottosegretario Del rio, vorrebbe addirittura revocare alla nostra regione.
Ora, al netto delle gravi inadempienze che ci sono state finora, la cosa più sbagliata da fare sarebbe togliere altre risorse alla Calabria. D’altro canto sta per aprirsi una nuova stagione di governo che, sono certo, saprà, anche su questo versante, riscattare l’onore della nostra regione.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!