Calabria: ultima vittima della S.S.106, nel silenzio omertoso dell Stato

Calabria: ultima vittima della S.S.106, nel silenzio omertoso dell Stato

Mario De Gennaro di 62 anni è deceduto ieri 2 dicembre 2014 a Rossano (CS) dopo l’ennesimo tragico incidente sulla strada Statale 106 ionica in Calabria. L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” è, ovviamente, addolorata per l’ennesima vittima sulla “strada della morte”, la dodicesima del 2014.
Vogliamo sottolineare, tuttavia, che Mario De Gennaro è anche la terza vittima nell’anno corrente della S.S.106 a Rossano dopo Egidio Aloisio di 19 anni (23 febbraio), e Ion Stelea di 46 anni (14 novembre). A loro, purtroppo, occorre aggiungere Aldo Spina di 59 anni (3 agosto), nella vicina Corigliano Calabro.
Intendiamo ricordare questi nostri fratelli caduti sull’asfalto della più pericolosa strada d’Italia, la famigerata e tristemente nota S.S.106, che vanno purtroppo ad incrementare le dimensioni già enormi della più grande strage di Stato della storia repubblicana! Intendiamo farlo perché crediamo che non siano più ammissibili distrazioni, dimenticanze o, peggio, sottovalutazioni da parte delle Istituzioni dello Stato.
Per questa ragione, oggi più che mai, chiediamo al sindaco di Rossano Dott. Giuseppe Antoniotti di sollecitare i sindaci del comprensorio affinché approvino la delibera sulla S.S.106 e si vada prima delle feste natalizie ad un nuovo incontro per rilanciare il tema dell’ammodernamento e della messa in sicurezza subito della S.S.106. Occorre rilanciare subito l’impegno del nostro territorio per chiedere alla Regione Calabria, al Governo ed all’Europa i fondi per ammodernare il Megalotto 8 ed il Megalotto 9!
Auspichiamo altresì che al prossimo incontro possa partecipare anche S. E. Mons. Giuseppe Satriano poiché riteniamo che anche il mondo della Chiesa non può più tacere davanti ad una mattanza che attenta da sempre al valore della vita! La nostra Associazione da S. E. Mons. Giuseppe Satriano si aspetta parole chiare che rompano il silenzio inquirente in cui è caduta la Chiesa calabrese sulla “strada della morte”!
All’Amministrazione di Corigliano Calabro, inoltre, chiediamo di invertire l’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale: è vergognoso che non solo non abbiano ancora approvato la delibera ma che abbiano inserito la sua approvazione all’ultimo punto dell’ordine del giorno della prossima seduta di consiglio! Evidentemente non riescono a capire l’importanza della problematica della S.S.106!
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, infine, intende rivolgere sentimenti di vicinanza e di cordoglio sincero nei confronti della Famiglia De Gennaro, dei parenti e degli amici tutti. Noi non dimenticheremo questa ed, insieme, tutte le altre vittime della S.S.106 e non rinunceremo mai a batterci affinché la “strada della morte” possa essere ammodernata anche per onorare la memoria delle tante, troppe vittime della S.S.106, e nel rispetto delle loro Famiglie.

Category Attualità, Calabria

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!