Roccaforte, Museo Tradizioni e Arte Contadina presto realtà

Roccaforte, Museo Tradizioni e Arte Contadina presto realtà

Oggi, 20 gennaio 2016, dalle ore 10.30 si è svolto, a Roccaforte del Greco, il Consiglio Comunale convocato in seduta pubblica, sessione ordinaria, presso la sede Comunale, per la trattazione dei seguenti punti all’ordine del giorno:

1. Istituzione Museo delle Tradizioni e dell’Arte Contadina;

2. Indirizzi per la redazione del Piano per la Prevenzione della Corruzione 2016/2018 – Piano per la trasparenza 2016/2018 e aggiornamento del Codice di Comportamento dei dipendenti;

3. DUP- Documento Unico di Programmazione;

4. Adesione alla SUAP- Stazione Unica Appaltante;

5. Proposte riperimetrazione del Parco Nazionale dell’Aspromonte – Assemblea dei Sindaci/Ente parco del 29/12/2015.

Presenti il Sindaco Domenico Penna, il Presidente del Consiglio, Antonia Chilà, il segretario Comunale Dr. Rocco Gilberto Artuso, il Vicesindaco e Assessore con delega ai Lavori Pubblici, Antonino Gullì, l’Assessore con delega alla Pubblica Istruzione e Pari Opportunità, Angelina Cento, il consigliere Rocco Basile, il consigliere Sebastiano Cento, il consigliere Domenico Spanò, il consigliere Vincenza Venanzio e i Consiglieri di minoranza Rocco Palamara, Domenico Antonio Pitasi, Francesco Trapani.

Ha aperto i lavori il Presidente del consiglio, Antonia Chilà, trattando il primo punto all’ordine del giorno, relativamente all’Istituzione del Museo delle Tradizioni e dell’Arte Contadina (MTAC), inteso quale luogo preposto a svolgere specifica attività di informazione e formazione dei visitatori; inteso, altresì, come realtà al servizio della collettività che può contribuire a divulgare tradizioni, costumi e testimonianze del territorio.

“Noi – afferma Penna – avendo l’edificio preposto, ossia la Casa Grecanica, siamo in condizioni di poter concorrere con un progetto nostro per la nascita del Museo, finanziato dal Parco d’Aspromonte. Noi possiamo farlo in proprio grazie allo Sportello Linguistico già preesistente. Anche in paese c’è la predisposizione a questo tipo di progetto tant’è che molti cittadini intendono donare al Museo del materiale di esposizione. Il progetto, dunque, esiste già ed il finanziamento ammonta a circa 50 mila euro”.

Con voti unanimi si è deliberato di istituire il Museo delle Tradizioni e dell’Arte Contadina del Comune di Roccaforte del Greco, situato nel piano superiore di Palazzo Sgrò.

In seguito si è passati al secondo punto all’ordine del giorno relativo agli indirizzi per la redazione del Piano per la Prevenzione della Corruzione 2016/2018 – Piano per la trasparenza 2016/2018 e aggiornamento del Codice di Comportamento dei dipendenti. I tre consiglieri di Minoranza, Pitasi, Palamara e Trapani si sono astenuti; in nove hanno approvato il Piano.

Ha relazionato inizialmente il Dr. Rocco Gilberto Artuso sostenendo che: “Il nostro legislatore, sulla base di studi europei, ha scoperto che in Italia tra i paesi corrotti è al 52esimo posto, cioè paesi come lo Zambia sono più credibili rispetto all’Italia, perlomeno fino agli studi del 2012 […]. Il legislatore ha detto che dobbiamo porre un rimedio e prevenire eventuali situazioni di corruzione.[…]. Per la prima volta, in Italia, è uscita questa normativa che fa disciplinare comportamenti leciti.[…]. Non è così semplice regolamentare atti e comportamenti legittimi. E’ nella coscienza del cittadino, nei valori che ci sono stati trasmessi. Questo punto l’abbiamo portato in Consiglio perché si potesse dare un indirizzo, dei controlli periodici e formazione attraverso dei corsi. Dobbiamo dimostrare che siamo imparziali […]”.

Uno dei modi per prevenire la corruzione è non installare i dirigenti in certe aree perché se io ho in un area uno che sta dieci anni, si fa la propria clientela; l’attività anticorruzione dice che bisogna ruotarli i dirigenti. Io vorrei suggerire l’approvazione di un manuale che possa scandire i procedimenti”.

“A Roccaforte – sostiene Penna – dobbiamo avere una sensibilità maggiore rispetto ad altri paesi; noi siamo osservati e stiamo cercando di dare una nuova immagine. Questo è l’indirizzo preciso della Giunta, lo stesso che diamo ai nostri dipendenti. Vogliamo irrobustire la cultura della legalità e traparenza”.

Secondo Rocco Basile “l’argomento è molto importante ed il metodo più semplice è l’osservazione delle leggi e regolamenti; sarebbe opportuno non strumentalizzare l’argomento. Ai dipendenti abbiamo cercato di trasmettere i nostri valori attuati anche con i fatti. Si può sbagliare ma si applica sempre la legge e le regole. Ritengo non ci sia malafede; mi auguro che il passato serva da lezione per tutti”.

Approvato all’unanimità il terzo punto all’ordine del giorno relativo al DUP- Documento Unico di Programmazione presentato dal segretario Rocco Gilberto Artuso, che prevede, per esempio, la programmazione di una fornitura unica di prodotti meccanici, computer, gasolio così da permettere un risparmio di soldi; programmare il tutto potrà facilitare la gestione comunale.

Approvato all’unanimità anche il quarto punto, relativo al rinnovo del contratto alla SUAP- Stazione Unica Appaltante.

Approvato all’unanimità anche l’ultimo punto all’ordine del giorno relativo alle proposte di riperimetrazione del Parco Nazionale dell’Aspromonte – Assemblea dei Sindaci/Ente parco del 29/12/2015.

“Noi siamo stati – sostiene il Sindaco Penna – promotori di un incontro per la riperimetrazione del Parco su cui insiste gran parte del territorio di Roccaforte del Greco. Un Parco in cui, fino ad oggi, con responsabilità varie, io dico per responsabilità pure nostra, di come abbiamo amministrato negli anni precedenti, le nostre popolazioni hanno subito più limiti che opportunità. […]. Con la presidenza Bombino, il Parco ha prospettive positive e noi stiamo colmando l’assenza di dialogo che per anni ha riguardato il nostro paese. Io ritengo il Parco un’opportunità perché c’è la coincidenza della città metropolitana e noi stiamo lavorando per creare le condizioni; le criticità che possono sussistere noi cercheremo di risolverle”.

Anche il consigliere Palamara ribadisce l’importanza del Parco come opportunità positiva per il territorio e sostiene che bisogna partire al più presto con la riperimetrazione dello stesso.

“Sono molto soddisfatto -afferma il consigliere- dell’approvazione in consiglio comunale della proposta di riperimetrazione dei confini del Parco Nazionale d’Aspromonte nel comune di Roccaforte del Greco, anche perché un punto condiviso nei programmi della scorsa tornata elettorale. Così come ha fatto qualche giorno fa il comune di San Lorenzo, anche l’amministrazione di Roccaforte, tutta, approva e sottolinea l’importanza di ridefinire i confini dell’area protetta, volontà espressa anche nelle riunioni svolte a tal proposito. Con ciò non vuol dire che l’Amministrazione si contrappone all’Ente anzi lo ritiene un importante opportunità per il comune stesso.

Ho sottolineato inoltre in consiglio comunale la necessità di interagire e di stravolgere il rapporto che fino ad oggi il Comune di Roccaforte ha avuto con l’Ente. La proposta di riperimentrazione, infatti, non esclude nessuna delle opportunità che l’Ente può offrire al territorio ed alla popolazione di Roccaforte. Più territorio non è sinonimo di maggiori opportunità e finanziamenti bensì saranno la programmazione e la progettazione che l’Amministrazione metterà in campo a fare la differenza”.

Sulla stessa linea d’onda anche il consigliere Basile secondo il quale “una delle cose prioritarie per questo Comune è la viabilità inserita nel contesto del Parco: questo è il nocciolo della questione”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!