Problematiche Comune di Montebello Jonico. Denuncia di Zampaglione

Problematiche Comune di Montebello Jonico. Denuncia di Zampaglione

Pongo l’attenzione su un serie di attività da porre in essere per affrontare le problematiche nel Comune di Montebello Jonico. Se realizzate, potrebbero avere delle ricadute straordinarie sia per il territorio, sia per la cittadinanza locale e sia sull’intera cittadinanza metropolitana e regionale, sia dal punto di vista economico e sia dal punto di vista della sicurezza e del decoro.

Fabio Giuseppe Zampaglione, Presidente dell’Associazione Democrazia e Libertà Uniti per Montebello Jonico ha inviato una lettera a vari organi regionali e comunali. Zampaglione ha voluto porre l’attenzione sui vari problemi che attanagliano il comune di Montebello Jonico.

Problematiche comune di Montebello Jonico

Zampaglione evidenzia come “si è deciso di inviare questa missiva al fine di porre l’attenzione su alcune questioni strategiche per lo sviluppo e il benessere dell’intera area metropolitana”.

Il primo suggerimento che vorremmo sottoporre all’attenzione dei destinatari è il seguente:

La stagione estiva è ripartita, noi ormai da diversi anni segnaliamo che sarebbe indispensabile provvedere al ripascimento di alcune aree costiere del Comune con particolare attenzione a Riace di Saline Joniche. Il tratto di spiaggia che dal confine con il Comune di Motta San Giovanni si estendeva sino alla foce del torrente Molaro, era la spiaggia più bella della Costa Jonica. Meta di turisti e vacanzieri che passavano qui l’intera stagione estiva, facendo decollare l’economia locale. Da anni ormai, a causa dell’erosione, essa si è ridotta fin quasi a scomparire depauperando così il territorio di uno dei suoi gioielli più preziosi. Si dovrebbe porre un rimedio effettuando un ripascimento della costa e porre delle barriere a protezione.

Altro argomento atavico sono i numerosi torrenti e fiumare che ricadono all’interno del Comune di Montebello Jonico. Essi riversano in pessime condizioni, in particolare il Molaro II, il torrente Vena, il torrente S. Pietro e tutti i canali di deflusso delle acque reflue presenti all’interno della frazione di Saline Joniche. Tutti necessitano di bonifica e pulizia ordinaria e straordinaria.

ELEZIONI COMUNALI A MONTEBELLO JONICO, MACHEDA SCENDE IN CAMPO

La SS 106 e la stazione

Un argomento che necessità particolare attenzione sarebbe la realizzazione di una rotatoria sulla SS106 nei pressi della contrada Riace di Saline Joniche.
Il primo centro abitato del Comune di Montebello Jonico, venendo da Reggio Calabria, è la Contrada Riace di Saline Joniche. Essa affaccia direttamente sulla SS106 Ionica mediante un innesto a estuario. Si precisa che in quel tratto della SS.106, ossia, dall’uscita della galleria di Capo d’Armi a sino all’ingresso della contrada in questione, sembrerebbe un rettilineo, ma di fatti ha una connotazione ingannevole e pericolosa. Questa situazione è abbastanza pericolosa per tutti.

Nel Comune di Montebello Jonico, precisamente nella frazione di Saline Joniche, è presente una stazione ferroviaria. Si chiede alle S.V. e in particolare alla RFI il potenziamento dei collegamenti tra le diverse stazioni dell’area metropolitana ed in particolare gli arrivi e partenze con sosta a Saline Joniche.

Altre problematiche

Continuando con l’elencazione delle richieste, segnalazioni e suggerimenti relative alcune problematiche ricadenti nel Comune di Montebello Jonico potremmo annoverare molte altre. Tra queste:

  • La Strada SP22 S. Elia – Fossato presenta delle criticità.
  • La strada comunale Serro-Fucidà-Mantineo, la quale si collega anche alla SP22, riversa in pessime condizioni. Servirebbe un intervento urgente per la salvaguardia degli utenti della strada, mediante il rifacimento del manto stradale e la messa in sicurezza di alcuni punti che rischiano il crollo. In particolare hanno segnalato che in Contrada Fucidà spesso vi sono problemi di transito per i mezzi pesanti e/o di dimensioni diverse da quelle di un’automobile, come un’ambulanza per fare un esempio.
  • La Liano-Plumbacà-Masella, riverserebbe in condizioni pessime, inoltre la strada che da Stinò porta a Liano I e II, ossia la SP 95, in alcuni tratti, non consentirebbe il giusto e sicuro transito veicolare. Sarebbe opportuna una verifica dello stato dei luoghi e un intervento mirato per la risoluzione delle asperità.

Rete fognaria e idrica

Nel 2020 purtroppo ancora si deve parlare di dover fornire a tutte le aree di un’adeguata rete fognaria.

Nel Comune di Montebello Jonico in alcune aree è presente, in altre solo a tratti (tipo contrada Riace), e in diverse zone è assente. Siamo consapevoli che la soluzione a questa mancanza non è facile, ma la rete fognaria è di primaria importanza ne va della salute pubblica.

Sarebbe necessario un attento monitoraggio della rete idrica comunale e la sistemazione delle varie perdite presenti. Una verifica strutturale e una seria opera di sistemazione della rete stradale comunale sarebbe opportuna.

Troppe delle nostre strade riversano in condizioni precarie. Si precisa che la rete stradale comunale e extra-comunale necessita di un intervento di pulizia urgente. Bisogna liberare le cunette per il regolare deflusso delle acque reflue, eliminare sterpaglie per evitare incinti e molto altro è fondamentale per la sicurezza stradale.

Le richieste per le problematiche comune Montebello

Erg. Presidente della Regione Calabria Jole Santelli, Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà, Sindaco del Comune di Montebello Jonico Ugo Suraci, vi chiediamo di intervenire ognuno per la propria competenza al fine di poter porre in essere tutte quelle attività e strategie per accogliere le nostre richieste che sono state formulate nell’interesse di tutta la comunità montebellese e limitrofa.

Ai responsabili di ANAS e RFI chiediamo di accogliere le richieste formulate facendo leva sulla sensibilità e serietà che da sempre vi contraddistingue.

Ai cittadini del Comune di Montebello Jonico lanciamo un appello, come chiesto alle autorità sopra elencate lo chiediamo a voi, la sinergia e il dialogo sono la base fondante per la risoluzione delle criticità.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.