Melito, svolto consiglio comunale su nomina “Commissione d’indagine”

Melito, svolto consiglio comunale su nomina “Commissione d’indagine”

Sì è svolto il consiglio comunale in sessione straordinaria urgente di prima convocazione, questa mattina 23 dicembre alle ore 10:00 nella Sala conferenze in Via del Fortino a Melito Porto Salvo.

Sono stati discussi due punti all’ordine del giorno, il primo verteva sull’approvazione dei verbali della seduta precedente, votati all’unanimità, il secondo invece sulla nomina componenti della Commissione d’indagine ai sensi dell’art.17 del regolamento sul funzionamento del consiglio comunale e delle Commissioni Consiliari inerente la risoluzione in danno del contratto di igiene ambientale – repertorio 24/ 2009 Art.14 C.S.A.

La proposta della maggioranza prevedeva la composizione di una Commissione formata da 5 rappresentanti, 3 della maggioranza e 2 della minoranza a cui veniva affidata la Presidenza. L’opposizione si è astenuta dal voto,  la maggioranza e il gruppo misto favorevoli.

Tuttavia, il segretario comunale, ha sottolineato che la Commissione con solo 4 membri (gli Assessori Patrizia Crea, Bruno Sergi e il Vice sindaco Domenico Marciano’ e Carmelina Nucera del gruppo misto) non può operare e dunque ha fatto seguito una nuova votazione in cui è stata votata ad unanimità la presa ad atto, che non può sussistere la stessa, in presenza di questa condizione.

È bene sottolineare, che l’obiettivo primario della Commissione d’indagine è quello di accertare la sussistenza dei presupposti, per la determinazione della breve risoluzione (15 giorni) in danno del contratto di igiene ambientale alla luce delle contestazioni effettuate dagli Uffici comunali ed alla luce delle difese, presentate dalla ditta aggiudicatrice.

Nel corso del consiglio comunale, la consigliera di minoranza Antonina Iaria del movimento politico ” Unacitta’da #cambiare ” ha dichiarato: ” La mia richiesta al Presidente del Consiglio è quella di tutelare tutti i consiglieri, la minoranza e la maggioranza di fronte ad offese personali, che vengono fatte in consiglio. Dunque è compito del Consiglio, non del Sindaco, del Presidente o della conferenza dei capogruppi, decidere sull’opportunità di istituire una commissione di indagine e spetta sempre all’organo consiliare determinare i poteri, l’oggetto, limiti di attività e numero dei componenti.

Prima di parlare della nomina dei componenti sarebbe, quindi necessario – continua Antonina Iaria – discutere all’interno di quest’aula sull’effetto opportunità di una simile commissione, che a parer mio risulta inopportuna sotto molteplici aspetti”.

20151223_111051

Pensiero condiviso dal resto dell’opposizione, Domenico Scambia di Melito Cambia, ha affermato: “Spero che la situazione gravosa possa risolversi tempestivamente”.

Il Vice sindaco, Domenico Marciano’ e gli Assessori, Rocco De Pietro, Bruno Sergi e Patrizia Crea e i consiglieri di maggioranza, Dr. Antonino Meduri  e Maria Bruni hanno rimarcato più volte la necessità di abbassare i toni e dare maggiore attenzione al problema dell’igiene ambientale.

francesca

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!