Lazzaro, Crea: “Processionaria, un fenomeno che si sta sottovalutando”

Processionaria

Questo post é stato letto 38180 volte!

Di Vincenzo Crea – Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” e Referente unico dell’ANCADIC Onlus:

In via degli Ulivi di Lazzaro, di fronte al civico 2 insiste un maestoso albero i cui rami colmi di nidi di processionaria propendono sulla strada pubblica fino a raggiungere i balconi di un edificio adibito a civile abitazione siti al secondo e terzo piano fuori terra. Ciò crea pregiudizio per l’integrità fisica e la salute delle persone ed è necessario un intervento urgente di potatura e messa in sicurezza,secondo legge.
Si deve decisamente evidenziare che lo scorso anno una ragazza di 13 anni abitante nella succitata via a pochi metri dall’albero è venuta a contatto con la processionaria e in questi giorni l’evento si è ripetuto sulla di lei nonna.
Mi risulta che della problematica è stato interessato il vicesindaco che avrebbe assicurato un intervento presso l’Ufficio tecnico comunale. Ad oggi però nulla si è fatto.

Con l’occasione si evidenzia, che lo scorso 22 marzo lo scrivente inoltrava una richiesta di intervento al settore tecnico manutentivo del Comune di Motta SG e alla locale polizia municipale rappresentando loro l’esistenza nella stessa via di una situazione di degrado per la presenza soprattutto di alberi e vegetazione spontanea che si ripercuote sulla salute degli abitanti del luogo.
Si sottolineava la necessità acchè si provvedesse con sollecitudine alla pulizia e sistemazione del sito e alla potatura degli alberi, in particolare un albero di mimosa, giacché tale situazione di degrado oltre a determinare habitat ideale per la proliferazione di animali (topi, lucertole, serpi e quant’altro) crea potenziale pericolo per la salute delle persone, soprattutto alla salute di una signora che è allergica alle piante, in particolare alla mimosa. Si segnalava altresì la perdita di acqua, sembrerebbe fognaria, lungo la strada davanti alle abitazioni. La criticità ancora perdura.
Ed ancora, lo scorso 6 febbraio si segnalava la presenza di nidi di processionaria presso la scuola Media “F.Jerace” di Lazzaro, nel cortile della scuola d’infanzia di Lazzaro e nel cortile del vicino centro sociale “Paolo Capua”.

Al riguardo il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza,con nota 366 del 2 marzo 2017 interessava alcune Istituzioni, tra cui il Sindaco del Comune di Motta SG, invitando tutte le Istituzioni riportati in indirizzo a verificare quanto segnalato e, di conseguenza, ad assumere, i necessari interventi per la lotta alla processionaria relativamente alle piante insistenti in aree pubbliche o in proprietà comunali che si trovano nelle vicinanze delle scuole o di luoghi frequentati da bambini. Non si hanno notizie in merito ai provvedimenti assunti.

Da un paio di giorni nell’area cortilizia della scuola media di Lazzaro sono state collocate delle transenne verosimilmente per impedire che i ragazzi si rechino sotto gli alberi.
Si segnala presenza di nidi di processionaria sugli alberi ubicati nel piazzale delle Medaglie d’Oro, ex piazza Zagarella, di Lazzaro e su due maestosi pini marini, posti davanti alla delegazione municipale di Lazzaro, in adiacenza di un supermercato e poco distanti dalla scuola Elementare e dalla scuola Media. E’ necessario porre in essere ogni necessaria attività e provvedimento idoneo alla risoluzione della problematica, volta ad una efficace bonifica di natura sanitario-ambientale.

Questo post é stato letto 38180 volte!

Author: Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *