Condofuri, lite tra consiglieri. Il Sindaco: “La giustizia farà il suo corso”

Condofuri, lite tra consiglieri. Il Sindaco: “La giustizia farà il suo corso”

Una brutta pagina per il nostro Comune quella scritta nella giornata del 4 novembre che ha visto protagonisti i Consiglieri di minoranza Tommaso Iaria e Bruno Maisano.

E su questa triste pagina, il Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale ed il gruppo consiliare Impegno per Condofuri intendono assumere una ferma posizione di condanna verso ogni forma di violenza e di aggressione. E’ chiaro che non è compito degli scriventi promuovere processi in piazza. La giustizia farà il suo corso.

Sul piano civile, morale e anche politico, riteniamo però che di fronte ad episodi di violenza come quello di cui si discute non sia rilevante conoscere chi ha aggredito per primo, chi ha inferto il primo colpo…i fatti verranno accertati nelle opportune sedi da chi di competenza.

Una cosa però deve essere chiara a tutta la Comunità di Condofuri. L’episodio verificatosi il 4 novembre è il frutto, il triste epilogo del clima avvelenato, di tensione, di denigrazione personale generato da parte di chi fa della provocazione una caratteristica della propria azione politica e questo non appartiene e non è mai appartenuto (ci sentiamo di poterlo affermare in maniera chiara) al Consigliere Bruno Maisano che si è, invece, sempre contraddistinto per capacità di dialogo, di discernimento e di equilibrio. A lui va la nostra solidarietà ed il nostro sincero augurio di una pronta guarigione.

Ad oggi un fatto è certo: il Consigliere Maisano è rimasto vittima di un episodio di violenza che gli ha provocato una frattura scomposta al braccio e lo ha costretto addirittura a sottoporsi ad un intervento chirurgico. Contro questo episodio di violenza, manifestiamo tutta la nostra condanna e disapprovazione.

A ben vedere, poi, è bene sottolinearlo, i responsabili morali di questo atto di violenza sono molteplici: responsabili morali sono i soliti “avvelenatori di pozzi”, chi si nasconde dietro false bandiere senza avere idea di cosa significhi rappresentare istanze collettive, mascherando dietro l’interesse generale il proprio interesse “particolare”, mera espressione di invidie personali…Anche questa è violenza, violenza nei confronti dei cittadini in buona fede, violenza nei confronti della nostra Comunità, violenza nei confronti del nostro territorio!

Responsabili sono coloro che creano sterili contrapposizioni, inutili divisioni di quartiere! Non è certamente questa la strada che aiuterà la nostra Comunità a migliorarsi. Questa è la strada che porta all’autodistruzione!

Non vogliamo che il nostro Comune venga ricordato per quanto accaduto il 04 novembre 2016. Condofuri è altro. In questi anni abbiamo dato ampio spazio alla partecipazione, all’ascolto dei cittadini. Abbiamo fatto nostri termini come coesione ed inclusione, anche grazie all’istituzione delle Consulte e del Consiglio Comunale dei ragazzi: mezzi, questi, per permettere a tutti, dai più grandi ai più piccoli, di poter maturare in maniera coesa all’interno della Comunità. Comunità che può crescere solo grazie al confronto costruttivo e non alla prevaricazione della forza.

L’invito che intendiamo rivolgere con fermezza è quello di abbassare i toni di un dibattito politico che oggi più che mai deve fare del confronto democratico e della capacità di ascolto delle altrui ragioni caratteristiche imprescindibili, come questa Amministrazione ha sempre praticato e sempre praticherà, con l’unico superiore obiettivo di tutelare e migliorare la nostra Terra.

Nota del Sindaco, del Presidente del Consiglio Comunale e del gruppo consiliare “Impegno per Condofuri”

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!