L’ex Sindaco di Palizzi sullo scioglimento del Comune

L’ex Sindaco di Palizzi sullo scioglimento del Comune

L’ex Sindaco di Palizzi sullo scioglimento. Il Consiglio dei ministri nella seduta del 30 aprile ha deliberato lo scioglimento del Comune ionico.

L’ex Sindaco di Palizzi sullo scioglimento del Comune

“Viviamo in uno Stato canaglia che uccide civilmente i propri cittadini. Ma dopo Palizzi dovranno sciogliere tutti i Comuni della Calabria: dovrò leggere quale organizzazione criminale ci ha infiltrati e come. Ed intanto i Prefetti fanno carriera”.

Sono queste le parole dell’ormai ex Sindaco di Palizzi, Arturo Walter Scerbo, giunte dopo la notizia che riguarda lo scioglimento del piccolo centro del basso ionio reggino. Una decisione, quella presa dal Consiglio dei Ministri, arrivata solo a poche settimane dalle prossime elezioni amministrative.

La decisione del CdM

Il Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro dell’Interno Matteo Salvini, aveva deliberato, il 30 aprile, lo scioglimento del Consiglio Comunale di Palizzi, per infiltrazioni mafiose. La gestione dell’Ente è affidata, per i prossimi diciotto mesi ad una Commissione Straordinaria.

Stando alla relazione della Commissione di accesso, nominata dal Prefetto di Reggio C. Michele di Bari, il 17 ottobre 2018, sarebbero “emerse – si legge nella nota del Governo – forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che compromettono il buon andamento dell’azione amministrativa”.

Saltano le elezioni

Il comune di Palizzi era ormai pronto a ritornare alle urne il prossimo 26 maggio,  per eleggere il nuovo sindaco ed anche la rispettiva Amministrazione. Erano due le liste presentate: “Palizzi Città Futura” guidata dal Sindaco uscente Arturo Walter Scerbo e “Liberamente per Palizzi” con invece il candidato Sindaco Giovanni Nucera.