Vittoria per le ragazze della Pro Reggina

Vittoria per le ragazze della Pro Reggina

pro reggina

pro reggina

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per le ragazze della Pro Reggina, ma quanta fatica per avere ragione di un Martina veramente coriaceo che per larghi tratti del primo tempo è riuscito a mettere sotto nel punteggio le campionesse d’Italia, lontane parenti delle giocatrici che solo una settimana fa hanno asfaltato il Kick Off in Supercoppa Italiana.

Mister Tramontana in vista della gara deve far fronte alle defezioni di Martina Romeo, causa influenza, e di Trovato Mazza, causa problemi di lavoro, ed è costretto a rimodellare lo starting five con l’inserimento di Martina Cacciola in porta e Federica Mezzatesta pivot, la quale inizia subito a mettere pressione alle ragazze di mister Sergi che devono faticare non poco per neutralizzare lo slalom della numero 9 reggina.

Il Martina si presenta a Reggio Calabria con l’obiettivo di irretire le avanzate avversarie, infatti il trainer locale schiera una formazione molto accorta con l’intento di sfruttare le ripartenze, e proprio su una di queste le pugliesi sfiorano il vantaggio, ma la mira di Colosimo non è delle migliori.

Le calabresi iniziano il match palesando subito alcune defaillances, figlie di un cattivo approccio alla gara e infatti pur trovando dopo soli 4′ il vantaggio con la solita Pamela Presto, le calabresi capitolano trenta secondi dopo, quando Tricarico si presenta a tu per tu con Cacciola la quale prima respinge, poi viene salvata dalla traversa e infine nulla può sul colpo di testa di Preite che regala un insperato pareggio alle pugliesi.

La rete subita dovrebbe svegliare la Pro Reggina dal torpore iniziale e invece il Martina riesce a difendere bene e a irretire ogni sortita offensiva avversaria portandosi al 7′ addirittura in vantaggio con Tricarico che sfrutta a dovere sul secondo palo un centro di Colosimo gelando il Botteghelle.

A questo punto la reazione delle campionesse d’Italia è veemente, la manovra si fa più fluida e il gioco inizia a beneficiarne, il Martina ne risente e comincia a rintanarsi davanti a Mango che viene bersagliata dai tiri di Mezzatesta, Siclari e Violi ma la sfera non ne vuole sapere di entrare, sembra un sortilegio che colpisce le amaranto anche quando si presentano sul dischetto del tiro libero per tre volte, infatti prima Siclari manda la palla a lato, poi Mezzatesta spara su Mango e infine Violi non centra lo specchio.

Quando mancano 5′ alla fine della prima frazione le locali sono ancora in svantaggio, ma ci pensa la ritrovata Mezzatesta a vincere di prepotenza due duelli fisici e a bucare Mango con un diagonale che non le lascia scampo, la quale nulla può nemmeno sul quarto tiro libero di Napoli che indovina l’angolo giusto e porta in vantaggio le compagne. A questo punto mister Tramontana getta nella mischia la giovanissima Imbesi che ripaga la fiducia del suo coach andando a mettere in rete un potente destro di Violi dalla distanza, grande esordio della stellina amaranto che bagna il suo debutto con un gran gol da opportunista che manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 4-2.

L’avvio di ripresa è shock per le amaranto che dopo tre minuti vedono dimezzato il vantaggio a causa della sfortunata autorete di Violi, la quale pochi secondi dopo subisce anche un’ingiusta ammonizione a seguito di un contrasto di gioco nettamente regolare. Questa volta però le ragazze amaranto non si scompongono e cominciano a macinare gioco, ci prova prima Napoli la quale, in giornata di grazia, colpisce la traversa dopo un bel destro al volo, e poi Presto che dopo aver sfiorato la rete, riesce a trovare la via per la doppietta personale girando in rete un perfetto assist di Politi. Siamo al 10′ e da questo momento in poi comincia il monologo delle campionesse d’Italia che all’11’ trovano la rete del 6-3 con la premiata ditta Presto-Politi che questa volta si scambiano i ruoli con Presto suggeritrice e Politi in versione goleador, al 13′ Siclari serve Napoli per la doppietta personale, e al 14′ anche Politi si iscrive per la seconda volta nel tabellino dei marcatori con un gran tiro d’esterno che spegne la sua corsa in fondo alla rete.

Sul risultato di 8-3 le maglie delle locali cominciano ad allargarsi un pò e questo favorisce il capitano pugliese Colosimo che su una ripartenza batte Cacciola fissando il punteggio finale sul risultato di 8-4, sottolinenando ancora una volta come in un campionato così difficile anche la minima distrazione può risultare fatale. “In settimana ho cercato in tutti i modi di far capire alle ragazze l’importanza del match – spiega mister Tramontana – perchè temevo un rilassamento dopo la vittoria di sabato e infatti non mi sbagliavo.

L’esperienza mi dice che ogni partita nasconde un’insidia che non può essere ignorata, oggi temevo quello che poi si è verificato nel primo tempo, e sono contento che nella seconda frazione le ragazze abbiano assimilato ciò che ho detto loro durante l’intervallo. Adesso ci prendiamo questi tre punti e torniamo al lavoro perchè ci sono cose su cui bisogna ancora lavorare”.

Category Sport

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!