Tonno Callipo, Forni: “Modena, quante emozioni”

Tonno Callipo, Forni: “Modena, quante emozioni”

Va a caccia del riscatto la formazione calabrese. La flotta giallorossa, guidata da coach Chicco Blengini, è reduce da un momento non certo positivo sotto il profilo dei risultati. Una flessione legata indissolubilmente alla vera e propria carestia che ha colpito Forni e compagni. Infortuni in serie e un fisiologico calo fisico hanno duramente messo alla prova il rendimento del roster giallorosso. Difficilmente coach Blengini ha potuto lavorare in settimana negli allenamenti con tutta la rosa a disposizione. All’infortunato Ogurcak, infatti, si sono aggiunti l’opposto Andres Villena che dovrà stare fermo ai box per un paio di settimane e anche il palleggiatore Steuerwald non si è mai allenato nel corso di questa settimana per problemi alla schiena. Una situazione difficile da gestire ma che non ha certamente soppiantato l’animo dello spogliatoio deciso a sciorinare in campo, nonostante tutto, il massimo delle proprie capacità sia in termini di abnegazione mentale che di qualità tecnica. Oggi è già tempo di campionato e i giallorossi riceveranno Casa Modena con l’obiettivo di fornire una prestazione massimale tenendo conto della situazione contingente. Alla vigilia della gara ha parlato il capitano Marcello Forni, modenese doc, cresciuto nelle giovanili della compagine emiliana e con la quale ha esordito in A1 nella stagione 1997-1998: “Siamo in emergenza, gli infortuni sono tanti. Non dobbiamo però – ha affermato il capitano giallorosso – guardarci alle spalle, dobbiamo continuare a dare sempre il massimo e guardare avanti. Come accade in ogni buona famiglia ci siamo riuniti e ritrovati nello spogliatoio con l’obiettivo di dare tutto quello che abbiamo dentro. In questo momento siamo come una macchina che cammina con il ruotino di scorta perché ha bucato, ma dobbiamo essere capaci di mantenere una velocità costante e stringere i denti provando a dare il meglio di noi stessi nel match con Modena”. Emozionato, nonostante la lunga militanza in A1, nell’incontrare la società in cui è nato geograficamente e pallavolisticamente? “L’emozione c’è sempre, anche se la sento molto di più quando gioco da avversario al Pala Panini incontrando amici e parenti. L’emozione più bella in questo momento sarebbe però riuscire a battere Modena in partita”. Vincere contro Modena permetterebbe ai calabresi di rintuzzare lo svantaggio proprio nei confronti dei diretti avversari che attualmente occupano l’ottavo posto con 19 punti

 

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!