Serie D: Palmese sconfitta dal Roccella

Questo post é stato letto 24700 volte!

di Sigfrido Parrello

U. S. PALMESE 1912 (4-3-3): O. Barillà (96) sv, Andiloro (96) 6 (13’st. Ousmane Sarr 97 sv), Cassaro 6, Torchia (95) 6 (27’st. Maltese (96) sv, Gualdi (97) 6, Taverniti 6, Fabio 6 (30’st. Siclari sv), Viscido sv , Piemontese (C) 6, Corsale 6, Saturno 6. A disposizione: Maruca (96), Citrigno (97), Urbano, Napoli (96), Ciccone (96), Misale (95). Allenatore: Rosario Salerno 6.

A. S. D . ROCCELLA 1935 (4-4-2): Mittica (98) 6, Diop (97) 6, Condomitti 6, Matteo Sorgiovanni 6, Laaribi 6, Coluccio (C) 6, Leveque (99) 6 (32’st. Guido 97 sv), Carrozza 6, Santiago Dorato 6, Marco Sorgiovanni (95) 6, Ciuffi 6 (46’st. Ventimiglia 96 sv). A disposizione: Loccisano, Mazzone (98), Frascà (97), Khanfri (96), Fiorino (95), Crudo (96), Pipicella (98). Allenatore: Sandro Raso 6.

ARBITRO: Mario Saia di Palermo 4.
ASSISTENTI: Dario Cucumo di Cosenza 4 e Maurizio Sifonetti di Rossano 4.
RETI: 1’pt. Coluccio.

NOTE: partita giocata al “San Giorgio” di Palmi per l’indisponibilità del “Lopresti”. Terreno di gioco in condizioni indecenti. Spettatori 300 circa (una trentina provenienti da Roccella). Pomeriggio freddo e piovoso. La temperatura segnava 16 gradi. Ammoniti: Andiloro, Torchia, Piemontese (P), Dorato e Matteo Sorgiovanni (R). Espulso: al 10’pt Viscido (P), rosso diretto, e al 40’st. Piemontese (P), doppia ammonizione. Calci d’angolo: 9 a 3 per il Roccella. Recupero: pt. 2+1; st. 4+1.

Anno nuovo vita vecchia! Magari qualcuno sperava che la Befana avrebbe portato un calcio pulito, dove i direttori di gara potessero anche sbagliare, in quanto esseri umani, ma sempre in buonafede. Speranze deluse. Ieri, per quello che si è visto in campo (campo per modo di dire: Centro Sportivo “San Giorgio” indecente, con un terreno di gioco simile ad un campo di patate) nel derby tra la Palmese e il Roccella, viene solamente da farsi venire la nausea e mandare tutto all’aria perché di calcio pulito e onesto non se n’è vista nemmeno l’ombra. Terna arbitrale con in testa il signor Saia della sezione di Palermo, scandalosi, autentici protagonisti in negativo per tutta la partita. Viceversa, il buon Roccella di mister Sandro Raso che sostituisce Galati colpito dal DASPO, riesce nell’impresa di espugnare Palmi grazie a un colpo di testa di capitan Coluccio su calcio d’angolo già al primo giro di lancetta. Al decimo arriva la prima doccia fredda per la ultracentenaria Palmese con l’espulsione per rosso diretto decretata a Viscido da Saia che non si accorge di una gomitata di un difensore amaranto ricevuta dal neo acquisto neroverde che viene frettolosamente espulso per fallo di reazione. Il resto della gara è stato un assalto alla porta difesa da Mittica. Nettissimi almeno due calci di rigore non concessi ai neroverdi, anzi, sul terzo possibile penalty a favore della Palmese, oltre il danno c’è stata anche la beffa con l’espulsione di Piemontese colpevole di essere caduto a terra in piena area di rigore perché strattonato dal collo da un difensore amaranto al momento di calciare in porta. Simulazione con conseguente ammonizione per il secondo giallo con espulsione.
Nove contro undici, un terreno di gioco indecente in sintonia con la terna arbitrale, hanno battuto la Palmese alla sua seconda battuta d’arresto casalinga della stagione. Inizio 2016 amaro per i neroverdi.

Questo post é stato letto 24700 volte!

Author: Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *