Reggina, Di Michele: ” Obiettivo salvezza, chi non ci crede si metta da parte”

Questo post é stato letto 20010 volte!

Sabato riprenderà il Campionato di serie B, dopo la lunga pausa invernale. La Reggina affronterà la prima delle 21 finali, che servono per conquistare la salvezza. Di fronte ci sarò il Bari che come gli amaranto lotta per non retrocedere in Lega Pro. A poche giorni dal match, ci pensa il capitano David Di Michele a suonare la carica per raggiungere l’obiettivo salvezza.

Di seguito le sue dichiarazioni.

“E’ una partita importane, fondamentale. Dobbiamo andare li e non sbagliare l’approccio alla partita. Abbiamo lavorato tanto durante la sosta, ci è servita per mettere benzina nelle gambe. Dobbiamo lavorare, io in primis, per raggiungere l’obiettivo salvezza perchè è a portata di mano.”

“Abbiamo bisogno di persone che siano consapevoli che l’obiettivo è portare alla salvezza una città intera. Chi ci sarà, dovrà metterci anima, cuore e sudore, perchè solo con queste tre cose si puà raggiungere un certo obiettivo. C’è bisogno di gente che corra e metta l’anima, perchè nonostante abbiamo fatto un girone d’andata pessimo, a sette punti dalla quartultima ancora nulla è perduto. Servirebbero subito due vittorie, che ci darebbero grande consapevolezza nei nostri mezzi. Se qualcuno non si sente di arrivare fino al 30 maggio meglio che si faccia da parte. Possiamo essere anche in 16, ma chi resta deve sapere che bisogna dare conto non solo ad una società, ma anche e soprattutto ad una città intera. Se qualcuno pensa di venire qui a svernare per 6 mesi, è meglio che non viene, perchè si fa fuori da solo. Bisogna aiutare l’allenatore, perchè è bravo, si sta giocando una grossa carta e bisogna aiutarlo tanto. Da quando ci alziamo a quando ci corichiamo, dobbiamo pensare ad una sola cosa, ovvero la salvezza. Il segnale è stato recepito da tutti, ora bisogna metterlo in campo subito. Da sabato si vedrà chi lo ha recepito e chi no“.

 

 

 

 

Questo post é stato letto 20010 volte!

Author: Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *