Reggina – Cittadella: I veneti passano in rimonta al Granillo

Reggina – Cittadella: I veneti passano in rimonta al Granillo

Baroni - Foto AnsaLa tredicesima giornata del campionato di serie B, ha fatto registrare un fuori programma del tutto inedito. Reggina – Cittadella, gara fissata per le 14,00, causa test anti Covid19 degli ospiti, ha avuto il suo imprevisto posticipo, alle 21,30. Dopo i tre punti raccolti nelle ultime sette partite, gli amaranto calabresi, avevano bisogno di una scossa e di una qualche segnale di ripresa, allo stato non pervenuto, per rialzare la testa e ritrovare l’ identità perduta, insieme alla necessità di incrementare una classifica asfittica, contro i granata, reduci da due vittorie consecutive ai danni di Spal e Vicenza.

L’ARBITRO

Il sig. Massimi, con lui la squadra dello Stretto, non ha mai avuto una tradizione positiva, puntualmente confermata, al contrario del Cittadella, sempre imbattuto.

LE SCELTE

Entrmbi i tecnici, sono arrivati alla sfida con molte assenze. Baroni, che aveva già incrociato il Cittadella, per la sua prima con Reggina, ha dovuto fare di necessità virtù. Indisponibili i vari Charpentier, Faty, Denis, Situm, Rossi, Menez, Cionek e Bellomo per squalifica, ha dovuto vare una formazione per molti versi obbligata. Con Plizzari in porta, difesa a quattro, con Liotti, Delprato, Loiacono e Stavropoulos. Centrocampo, De Rose e Crisetig, con Rolando e Di Chiara sugli esterni. In avanti la coppia Lafferty – Rivas. Panchina per Gasparetto e Mastour. Senza il mister granata Venturato e le assenze Maniero, Ghiringhelli, Frare, Cassandro, Benedetti, Bassano, Awua, Cissè, Pavan e Mastrantonio, il tecnico in seconda Gorini ha schierato Tavernelli accanto a Tsadjout in attacco. Panchina per Peclero, Iori, Rosafio D’Urso, Grillo e Ogunseye.

LA PARTITA

Subito buon ritmo in campo. Gli amaranto attenti e ordinati, sono andati in vantaggio con il suo cannoniere Liotti – quarta rete personale – che al minuto 21 ha sboccato il risultato. Servito sul secondo palo dal cross di Rivas, ha trovato l’angolo lontano della porta di kastrati per l’1-0. Da un episodio, l’ improvviso lampo del Cittadella per l’1-1 della prima frazione. Su calcio d’angolo, il pallone è arrivato sul braccio di Lafferty. Senza esitazione, il direttore di gara ha assegnato il calcio di rigore, realizzato a cinque dall’intervallo, da Tsadjout.

REGALI DI NATALE IN ANTICIPO

Il match, si è deciso al rientro in campo delle due squadre, con l’ennesima rimonta subita dei padroni di casa. Subito il pasticcio, con concorso di colpa tra Plizzari e Stavropoulos, che su una palla innocua, hanno consentito a Proia al minuto 53 di metterla dentro per l’1-2. La partita, già in salita per gli amaranto, si è poi complicata ancor di più. Con il rosso diretto – una costante ormai in casa amaranto – Liotti, ha  lasciato i suoi  in dieci. Con la superiorità numerica acquisita,  il Cittadella ha messo in cassaforte il risultato a dieci dal triplice fischio con Branca, per il definitivo 1-3  di un  match che ha avuto, nonostante qualche sussulto dei padroni di casa, il suo sigillo definitivo.

SQUADRA CORSARA

Al Granillo, ancora una squadra veneta indigesta per la prima del neo tecnico amaranto Baroni. In difficoltà di formazione ed in rimonta gli ospiti, più decisi e compatti, hanno portato a casa il terzo successo consecutivo, importate per il  quarto posto in classifica.

DISFATTA AMARANTO

Amaro il debutto per il tecnico di Firenze e settima sconfitta con il solito canovaccio per gli amaranto calabresi, impelagati più che mai nel buio fitto dei bassi fondi della graduatoria.

LE FORMAZIONI

 Reggina:Plizzari; Delprato, Loiacono, Stavropoulos, Di Chiara, Rolando (78′ Peli), De Rose (66′ Folorunsho), Crisetig (83′ Bianchi), Liotti; Rivas (83′ Vasic), Lafferty (66′ Mastour). A disposizione: Farroni, Guarna, Gasparetto, Marcucci. Allenatore: Baroni.

Cittadella:Kastrati; Perticone, Adorni, Camigliano, Donnarumma; Proia, Branca (85′ Grillo), Gargiulo (43′ Iori); Vita (71′ D’Urso); Tavernelli (71′ Rosafio), Tsadjout (71′ Ogunseye). A disposizione: Plechero. Allenatore: Gorini.

Direttore di gara: Luca Massimi di Termoli