Pasta Granoro Corato-Liomatic Viola Reggio Calabria 66-55

di Giuseppe Dattola

CORATO: Stella 18, Grassani, Cozzovi 15, Grimaldi 3, Trionfo 16, Pelliccione 7, Lorenzett 6, Cavaric 3, Mariani 2, Infante. All. Meneguzzi

VIOLA: Dip 12, Di lembo 3, Niccolai 9, Yasakov, Negri 9, Manzotti 2, Scozzaro, Roselli 2, Grasso 16, Dalla vecchia 4. All. Bianchi

PARZIALI: 15-12/36-27/50-45

Prima sconfitta nella fase ad orologio per la Viola che cade al Corato al termine di una gara combattuta fino alla fine. I nero arancio ci provano fino all’ultimo ma qualche errore di troppo nel finale e qualche fischio a dir poco casalingo, regalano la vittoria ai padroni di casa che fanno un grosso passo in avanti verso il terzo posto. La gara comincia con grande equilibrio. La Viola sembra concentrata ed attenta e pronta a giocarsi la sua partita. Infatti i nero arancio terminano il primo quarto sotto di tre punti e comunque decisamente in gara grazie ad un ottimo inizio di Marcelo Dip anche se il lungo reggino viene chiamato presto in panchina per aver commesso due falli in poco tempo. Al quattordicesimo  minuto il tabellone dice 18 pari, quindi punteggi bassi e gara in sostanziale equilibrio. Ma, dopo la metà del secondo quarto, c’è il primo allungo dei padroni di casa che si portano sul più otto e cominciano a mettere le mani sull’incontro dopo che Pelliccioni comincia a metterla da fuori. La Liomatic soffre ancora a rimbalzo e questa volta trova un avversario ispirato al tiro da fuori a differenza di quanto è successo domenica scorsa con il Catania. Si va negli spogliatoi con il punteggio che dice più nove per il Corato. Nel terzo periodo c’è la reazione della Viola che si riporta sotto grazie ad alcune belle giocate offensive di Niccolai; la Viola aggiusta le percentuali e riapre il match e, soprattutto, migliora l’aspetto difensivo chiudendo gli spazi sul perimetro agli esterni avversari. Un’altra buona notizia per la Viola è il quarto forte dell’incubo Pelliccione che manda in panca il forte giocatore del Corato. Il quarto periodo comincia con i padroni di casa che devono gestire un vantaggio di quattro punti. Una bomba di Stella riporta il Corato sul più sette consentendo ai suoi compagni di respirare. I nero arancio provano l’ennesima reazione ma si chiude ancora una volta il canestro del Corato per la formazione dello stretto che sbaglia qualche conclusione di troppo mentre i padroni di casa ricominciano a trovare ritmo e si riportano sul più dieci a due minuti dalla fine. Immediato time-out chiesto da Massimo Bianchi e pronta reazione dei suoi ragazzi che firmano un quattro a zero che ridà fiato alla Liomatic. Comincia la girandola di tiri liberi con il Corato che gestisce bene i viaggi nella linea della carità. Un fallo tecnico fischiato a Massimo Bianchi chiude definitivamente il match con il Corato che festeggia la seconda vittoria su due gare in questa fase ad orologio. I nero arancio fanno mea culpa per qualche conclusione facile non andata a segno ma, domenica, è di nuovo campionato perché arriverà al PAlaCAlafiore il potenza di coach Paternoster, un altro scoglio arduo da superare prima dei play-off.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!