Lazzaro-Guardavalle 0-1

eadv

di F.L.

LAZZARO: Bruzzese 5,5; Musicò 6; Aziz 6; Falcomatà 5,5; Maviglia 6; Polimeni 6; Oliva 6 (dal 5°st la Face 6), Veltre 6,5; Milasi 6; Assumma 6 (dal 25°st Latella 6); Mandatari 6.

Guardavalle: Parrotta 6; Seminara 6 (dal 19àst Fossella 6); Menniti 6; Tassone 6; Mammolenti 5,5; canino 6; Diaco 6; Salento 6; Rava 7; Fodero 6,5; Staglianò 7.

ARBITRO: Mancuso di Vibo voto 6,5

Assistenti: Pungitore – Grillo

Marcatori: 7°pt Rava

LAZZARO – La capolista vince, conquista l’intera posta in gioco, ma non fa vedere niente di trascendentale, evidenzia alcune lacune in difesa (lenta ed in affanno se pressata) ma si fa forte di un attacco fisicamente solido, veloce e tecnicamente valido con Rava presente in ogni azione e pronto a sacrificarsi a centrocampo all’occorrenza. Il Lazzaro fa quel che può, si trova subito in svantaggio a causa di un grossolano errore della difesa e non riesce mai a rendersi concretamente pericoloso. Mister Latella deve fare i conti con numerose assenze, (Neri, Criaco, Alampi, Mauro), giocatori che, al di là delle qualità tecniche, sono molo importanti caratterialmente. La differenza tra le due squadre è stata netta solo dal punto di vista dell’agonismo e della concentrazione. Gli ospiti sempre vittoriosi nei contrasti, non hanno mai perso la testa. I Locali sono apparsi quasi rinunciatari, sconfitti dal blasone avversario ancor prima di entrare in campo. I ragazzi di mister Riintano vanno in vantaggio dopo soli 7 minuti: Mammolenti conquista palla al limite dell’area e cerca di scavalcare con un pallonetto Bruzzese che riesce a deviare ma non può opporsi a Rava, lesto a battere a rete da due passi. Il Lazzaro si rende pericoloso solo su corner. Al 10° batte Assumma e Maviglia di testa mette di poco sopra la traversa. Al 15° è sempre Assumma a battere ma questa volta è Milasi che spreca da posizione utile. Al 25°pt si rivede il Guardavalle con Canino che dalla distanza mette in difficoltà Bruzzese costretto a mettere fuori. Al 31°pt Rava, dopo aver dribblato il suo marcatore, dalla distanza colpisce il palo con l’estremo difensore locale ormai battuto. Il primo tempo si chiude con due occasioni per gli ospiti: prima è Mammolenti, al 38°, a cercare senza successo gloria dalla lunga distanza, poi, al 43°, è Diaco a provarci ma la sfera è controllata fuori da Bruzzese. Nella ripresa il vento aumenta intensità, gli ospiti si chiudono lasciando solo Rava a far girare la testa, in più occasioni, alla difesa locale, mentre il Lazzaro non riesce a trovare il bandolo della matassa di una partita evidentemente condizionata dalle tante assenze. Nel corso della seconda metà di gioco si registra soltanto l’occasione costruita al 3° da Rava che, superati in velocità i due difensori centrali, fa esplodere un tiro che si schianta contro l’incrocio de pali per la felicità dei pochi tifosi locali. Per i biancorossi l’occasione del pari è costruita al 26° da Milasi che, conquistata palla sulla fascia sinistra, crossa in area dove Veltre e Aziz si ostacolano a vicenda favorendo il recupero di Parrotta.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!