CSI, non solo calcio. Al via i campionati di basket e tennis tavolo

Questo post é stato letto 21410 volte!

 
csi

di Francesco Iriti

Al via la 1° edizione del Campionato Diocesano di Basket Open “Oratorio Cup 2011”.

La manifestazione prenderà il via il 12 Gennaio e vedrà coinvolte cinque  parrocchie della nostra Diocesi. L’evento si concluderà a fine Maggio con le  Finali Provinciali  Le parrocchie partecipanti sono: Santa Caterina, Sacro Cuore  di Gesù, As Diego Suraci, Pol. S.M. Candelora, San Paolo. Il referente della manifestazione è Renzo Ambrogio. Preziosa la collaborazione della FIP di Reggio Calabria che garantirà l’arbitraggio delle gare. Le gare saranno disputate negli impianti di Pellaro e nel campo dell’Istituto S. Vincenzo di RC. Renzo Ambrogio.

Si tratta di un’altra delle molte attività che il comitato del Csi Reggino ha deciso di intraprendere in questa stagione facendo comprendere che la sua valenza educativa non si limita soltanto al mondo della sfera ovale, con grandi successi dal calcio al 5 al calcio a 11, ma si insinua anche nei cosidetti “sport minori” che racchiudono come sempre al suo interno un grande fascino. Il basket si inquadra in questa ottica di sport ed educazione come sottolineato dallo stesso presidente Paolo Cicciù. «Il Centro Sportivo Italiano negli ultimi anni ha ricentrato tutta la sua “filosofia” ed i suoi programmi sul compito educativo, sostenendo che o lo sport giovanile e polisportivo  serve ad educare o perde la quasi totalità del suo significato, pur nella consapevolezza che, come sottolineato dal Santo Padre, la difficoltà di educare è così accresciuta dalle odierne condizioni culturali e sociali da rendere sempre più complesso e arduo per gli operatori e le strutture associativi tener fede all’impegno formativo».

Un percorso intenso che non si limita soltanto all’attività ludica, ma che si basa principalmente sull’aspetto morale.  «Sarebbe molto più semplice limitarsi ad allenare i corpi dei ragazzi, come fanno in tanti, dimenticando ciò che avviene nella loro anima. C’è però questa responsabilità che non può essere elusa, che ciascuno deve sentire propria non come “obbligo” ma come slancio di autentico amore; – ha aggiunto Paolo Cicciù –  una responsabilità che è personale ed è al tempo stesso collettiva, obbligandoci ad orientare il complessivo cammino associativo in coerenza con il bene superiore costituito dal servizio alla persona e alla collettività.  Sono concetti che il CSI ha posto a fondamento del suo progetto culturale e sportivo».

TENNISTAVOLO
Il 6 Gennaio a S. Eufemia si è tenuta la seconda tappa del gran Premio Provinciale di Tennistavolo
. Dopo il successo riscontrato nella prova di Novembre, ritorna il tennistavolo CSI. Un movimento sempre più in ascesa che richiama un numero maggiore di atleti e di semplici simpatizzanti pronti a sfidarsi di fronte ad un tavolo. Il tutto corredato dal pubblico che non vuole far mancare il proprio incitamento.

Particolare entusiasmo è stato espresso dal responsabile provinciale Luciano Praticò che dopo l’ultima prova ha inteso elogiare questa disciplina. «Il gran premio di tennistavolo sta riscuotendo tanto entusiasmo. Il nostro obiettivo è quello di girare tutta la provincia per promuovere i valori dello sport Csi ampliando sempre di più il numero dei partecipanti.- ha dichiarato Praticò – Inoltre, la novità è rappresentata dal fatto che i vincitori parteciperanno al Gran Premio Nazionale di Aprile e questo è un motivo di vanto per tutti noi».

Questo post é stato letto 21410 volte!

Author: Consuelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *