Coach Cigarini: ”contro l’Angri mi aspetto un Palacalafiore gremito”

Questo post é stato letto 8980 volte!

Cingarini, coach della Myenergy Reggio Calabria ha fatto il punto dopo la gara di Molfetta, esprimendo le sue impressioni dopo la prima giornata della seconda fase, Play-In-Gold.

In Puglia

“A Molfetta, ha detto Cingarini, c’è stato un gioco molto più fisico rispetto a quello che abbiamo visto nel girone Calabro-Siculo. Eravamo consapevoli, ha continuato, che contro i primi dell’altro girone, sarebbe stata una gara difficile e così è stato. Avevano grande carica ed abbiamo sofferto anche perché siamo partiti male nel primo quarto, cosa che, ci sta succedendo troppo spesso”.
“Ci siamo messi a rincorrere, ha evidenziato, sprecando molta energia e siamo riusciti a rimetterla in piedi con un parziale di 8-0 andando anche avanti nel punteggio. Sulle giocate finali, invece, abbiamo pagato un po’ di inesperienza”.
“Siamo arrivati da un solo tiro nel superare Molfetta: qualora ce l’avessero detto ad inizio anno, a mio avviso in pochi ci avrebbero creduto. Abbiamo creduto in noi stessi, nel duro lavoro in palestra e non lamentandoci”.

La nuova fase

“In questa fase così complessa, ha continuato Cingarini, non possiamo permetterci il lusso di commettere questa tipologia di errori. Ci sono ancora sette gare da giocare ed il livello non è simile tra i due gironi. Non sto a dire chi è più forte e chi meno, ma adesso giocheremo due partite in casa fondamentali. Vincendole, ha sottolineato, ribalteremo completamente la nostra classifica rimettendo tutto in gioco”.

Le altre

“Tutte, possono vincere contro tutte. Mi aspettavo la vittoria di Salerno, da quando è partita la gestione con il coach Farabello sono in fiducia, hanno cambiato modo di giocare e mandano in scena un basket molto simile al nostro di inizio torneo”.

La prossima sfida

“Alle ore 18 di domenica al PalaCalafiore, affronteremo l’Angri, reduce da una vera e propria battaglia sportiva contro Sala Consilina ed ha grande voglia di riscatto. È una squadra a cui piace correre e tirare tra tre punti, anche in transizione con dei lunghi bravi nell’uno contro uno e spalle a canestro”.
“Per tanto tempo è stata nelle zone altissime di classifica ed annovera tre mie vecchie conoscenze come Bonari e Caloia che ho allenato a Ferrara e Jelic che è stato con me a CasalP”.

Il match

“Sarà una gara a grande intensità. Sono sicuro, ha concluso, che il PalaCalafiore sarà gremito e pronto a sostenerci, lo do quasi per scontato considerata la stagione finora vissuta”.

Questo post é stato letto 8980 volte!

Author: Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali anche online seguendo il calcio e la Reggina.