Calcio 5 femminile, finale andata palyoff: Cus Cosenza-Iron Palermo 2-6

Calcio 5 femminile, finale andata palyoff: Cus Cosenza-Iron Palermo 2-6

 

 

Cus Cosenza- Iron Palermo  2–6  (Pt 1-5 )

Cus Cosenza:. Colace, Pellegrini, Mollame, Parisi, Cuello, Plateroti, Postorino, Rigitano, Marigliano, Candreva. All. Postorino

Iron Palermo: Calcagno, Sansone, Lo Bello, Piccolo, Saraniti, Lo Cicero, Militello, Quattrocchi, Costanza, Lapi, Valdese.  All.  Rappa

Arbitri: La Sala di Moliterno e Maggio di Potenza

Marcatrici: 2’ pt, 4’ pt Piccolo  (P);  7’pt Sansone  (P),  8’ pt Saraniti (P), 10’ pt Militello (P), 29’ pt Pellegrini (C), 3’ st Piccolo (P), 5’ st Postorino (C)

 

di Cristian Fiorentino

Finale d’andata interregionale play- off, di serie C Donne futsal, amara per il Cus Cosenza. Nel primo atto per assegnare un posto in serie A, l’Iron Palermo si impone a domicilio con un risultato largo per 6 a 2. Più energiche le sicule che amministrano redine del gioco e risultato sin dai primi minuti della disputa. Entrambe perdenti delle rispettive finali regionali, si contendono in doppia sfida l’ultima chance per la massima serie, ripescaggi estivi esclusi. Le palermitane, però, vincendo ad Arcavacata con un ampio esito finale mettono una serie ipoteca alla promozione in A.

In attesa del ritorno, di domenica prossima primo giugno, le ragazze di mister Rappa con il 6 a 2 maturato mettono lo spumante in fresco per i festeggiamenti. Eppure si ci aspettava una disputa, sulla carta più equilibrata, anche se le due squadre non si conoscevano affatto. Da premettere che in Sicilia nel corso del tempo, prima nel calcio a 11 e oggi nel calcio a 5, il maggiore numero di formazioni e campionati ha sempre favorito il movimento permettendo tornei nutriti e maggiore confronto e crescita di nuove leve. In Calabria, dove il calcio a 11 è sparito, il calcio a 5 sopravvive e spera di crescere sempre più proponendo più squadre non solo in serie A ma anche nell’unico girone di C esistente. L’augurio è che almeno il futsal femminile calabrese, con i giusti sostegni e iniziative, possa avere lunga e prospera vita di progresso.

Chiusa questa doverosa parentesi, sul fronte Cus dopo la sconfitta regionale di sette giorni prima nella finale calabrese andata alla neo promossa Melito per 5 a 4, si ci aspettava qualcosa in più sul rendimento. Così non è stato nonostante il rientro in porta della Colace e al cospetto di un Iron scatenato sin dai primissimi minuti.   Per la cronaca, infatti, le isolane passano subito sul doppio vantaggio grazie ad una doppietta di Piccolo. IL tris è servito poco dopo da  Sansone. Il Cosenza travolto dalla veemenza delle ospiti non riesce a reagisce e incassa anche la quarta marcatura con Saraniti e la quinta rete con Militello. Prima dell’intervallo la Pellegrini per le cussine accorcia le distanze. Nella ripresa, Palermo più disteso e abile nell’amministrare l’ottimo punteggio acquisito. Sicule, però, che vanno ancora in gol con Piccolo e Cus che riduce il gap con la giocatrice allenatrice Postorino. Bruzie che cercano di costruire ed incidere ma senza più successo. L’Iron tutela al meglio il punteggio, della finale play- off d’andata, che la vede con più di un piede in serie A. Al Cus servirà una super prestazione e un prodigio per ribaltare il passivo di gara 1 in un return- match solo da giocare senza calcoli.

Tags CALcio 5, Sport
Category Calcio, Sport

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!