Bari-Cagliari 0-1, Pavoletti spegne i sogni dei Galletti

Questo post é stato letto 4690 volte!

Novanta minuti per il gran finale playoff della Serie B. Al San Nicola, si giocavano l’appendice della postseason, il Bari di Michele Mignani ed il Cagliari di Claudio Ranieri, per l’ultimo posto promozione verso la serie A. Grazie al miglior piazzamento nella stagione regolare, l’undici pugliese aveva la possibilità di giocare davanti ad oltre 50mila spettatori presenti, record insolito per la cadetteria.

Nonostante il vantaggio di avere a disposizione due risultati su tre, i padroni di casa hanno affrontato un Cagliari determinato, che aveva come unico risultato a disposizione la vittoria. L’impresa di Claudio Ranieri, l’ennesima di una carriera incredibile, si è concretizzata all’ultimo respiro, grazie alla rete di Pavoletti che ha gelato il San Nicola, regalando ai suoi la promozione in massima serie.

Le scelte

Mignani, con tutti a disposizione compreso Ricci rientrato dalla squalifica, ha schierato gli esterni difensivi Dorval e Mazzotta, a metà campo Maita, con Maiello, Esposito e Morachioli a supporto Cheddira in attacco. Panchina per Bellomo e Folorunsho. Ranieri, senza Nandez, ha mandato in difesa Dessena e Obert, con Di Pardo e Lella dal primo minuto. In mediana la coppia Deiola e Makoumbou ed in avanti il tandem Lapadula-Luvumbo. Panchina per Mancosu.

La partita

A reti bianche un primo tempo intenso, con il Cagliari ad andare ripetutamente vicino al gol. Uno strepitoso Elia Caprile, impegnato da Dossena dopo otto minuti, si è ripetuto su Luvumbo e poi ha salvato la sua porta su un colpo di testa di Di Pardo indirizzato all’angolino. I Biancorossi, hanno provato con Benedetti, che da posizione favorevole ha tirato debolmente, rischiando anche l’autogol con Maita, sugli sviluppi di un corner.

Svolta clamorosa

Nella ripresa, ancora assedio da parte dell’undici ospite, con l’incornata di Dossena che ha costretto Caprile all’ennesima grande parata, poi l’incredibile epilogo di un match sofferto e tiratissimo. Mentre i padroni di casa erano pronti a far esplodere la festa, dopo essere andati vicinissimi al colpo del ko con il palo pieno colpito da Folorunsho, al quarto minuto di recupero Leonardo Pavoletti, entrato sui titoli si coda della gara, toccando il suo primo pallone della partita ha trovato il guizzo vincente che è valso agli isolani la promozione in serie A, dopo una sola stagione.

Con la salvezza del Verona e la promozione del Cagliari, si è così completato il quadro delle squadre che giocheranno la prossima stagione nella massima serie del campionato italiano: Atalanta, Bologna, Cagliari, Empoli, Fiorentina, Frosinone, Genoa, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Lecce, Milan, Monza, Napoli, Roma, Salernitana, Sassuolo, Torino, Udinese.

Il tabellino

Bari-Cagliari 0-1:    Marcatore: 94′ Pavoletti

BARI: Caprile, Dorval, Vicari, Di Cesare, Mazzotta, Bendetti, Maiello, Maita, Esposito, Cheddira, Morachioli.  A disposizione: Frattali, Punico, Zizze, Ricci, Bendali, Mallamo, Cetere, Molina, Folorunsho, Antenucci, Botta, Bellomo. Allenatore Mignani

CAGLIARI: Radunovic, Zappa, Dossena, Obert, Azzi, Di Pardo, Deiola, Makoumbou, Lella, Lapadula, Luvumbo. A disposizione: Aresti, Ciocci, Altare, Prelec, Goldaniga, Viola, Pavoletti, Millico, Rog, Barreca, Mancosu, Kourfalidis. Allenatore: Ranieri

Direttore di gara: Marco Guida di Torre Annunziata. Collaboratori di linea: Alessandro Giallatini (Roma 2) e Fabiano Preti (Mantova). IV ufficiale Daniele Doveri di Roma 1. VAR Michael Fabbri (Ravenna) e Federico Dionisi (L’Aquila).

Questo post é stato letto 4690 volte!

Author: Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali anche online seguendo il calcio e la Reggina.