Svincolo Sant’Elia di Lazzaro, Anas: “Nessun intervento in programma”

Svincolo Sant’Elia di Lazzaro, Anas: “Nessun intervento in programma”

Svincolo Sant’Elia di Lazzaro. Vincenzo Crea: “Ma che bella sorpresa! Anas riferisce che non sono in programma interventi da eseguire”.

Svincolo Sant’Elia di Lazzaro

Inutili le rassicurazioni degli amministratori comunali della precedente giunta di Motta San Giovanni. Più volte infatti avevano rassicurato la popolazione circa l’imminente inizio dei lavori dello svincolo Sant’Elia di Lazzaro. Questo non è tuttavia ancora avvenuto. E anzi, come fa sapere Vincenzo Crea, referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”, probabilmente si dovrà aspettare ancora molto per vedere dei cambiamenti.

“Con stupore apprendiamo da una comunicazione che non sono in programma, allo stato attuale, interventi da eseguire all’incrocio per il centro abitato Sant’Elia, da me specificatamente segnalato”. Scrive  Crea sullo Svincolo Sant’Elia.

Crea: “situazione di grave pericolo”

“Si sottolinea che la Prefettura di Reggio Calabria – Area V con una nota del 14 febbraio 2017, e che aveva ad oggetto: “Motta San Giovanni intervento SS 106 svincolo Sant’Elia di Lazzaro oppure rotatoria”. Diretta alla Regione Calabria, Dipartimento Infrastrutture. Poi ai Lavori Pubblici. Alla Mobilità ed anche alla Città Metropolitana – Settore Viabilità. Al Comune di Motta San Giovanni. Al Coordinamento Territoriale ANAS  e per conoscenza allo scrivente. Richiamava l’attenzione sul nostro esposto. E chiedeva di assumere in modo tempestivo, ogni utile iniziativa a salvaguardia della pubblica e privata incolumità. Di tempo ne è passato. Ma di provvedimenti non si sono purtroppo visti. Posto che si tratta di situazioni di grave pericolo, ricordiamo che a 100 metri dallo svincolo è operativa la scuola elementare di Sant’Elia”. A più di un anno la situazione è rimasta completamente immutata.

Le richieste dell’ANCACID su svincolo Sant’Elia

“Chiediamo alla Prefettura di intervenire decisamente nei confronti degli Enti inadempienti che continuano a giocare con la vita delle persone. E’ impressione nostra che l’Ufficio ANAS è scoordinato nel trattare l’argomento e dimostra poca diligenza sul problema della sicurezza stradale. Una situazione di così grave pericolo viene liquidata con una misera risposta”.

Conclude così la sua nota Vincenzo Crea, su svincolo Sant’Elia.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!