Reggio Calabria, omaggio al poeta Giuseppe Morabito

Reggio Calabria, omaggio al poeta Giuseppe Morabito

Un appuntamento all’insegna della poesia dialettale reggina. Il quinto incontro dei Tè culturali, organizzati dal Circolo Posidonia e dall’associazione Valgallico, è stato un  omaggio al lavoro del poeta reggino, Giuseppe Morabito.

La presentazione dell’opera omnia, “I versi chi scrivia cu tantu amuri“, a cura di Arturo Cafarelli ed edita da Città del Sole è stata un viaggio tra satira, lirica e ripiegamento intimistico di un autore che ha ben interpretato il nostro tempo nella sua rapida trasformazione, con un linguaggio arricchito che recupera i termini della nostra tradizione per adattarli alla contemporaneità. Come ricorda lo stesso Cafarelli, “la realizzazione dell’opera è stata un’operazione di salvataggio del patrimonio letterario lasciatoci da Morabito”.

Nato a Reggio Calabria nel 1928, Morabito si è dedicato alla poesia riscuotendo unanimi consensi di critica e di pubblico. Nel corso della propria attività ha pubblicato cinque volumi di poesie in dialetto: E cuntamula ru peri (1982), L’undata (1986), ‘A vita (1988), Comu ‘na fogghia (1990), Favole (1992), ha inoltre al suo attivo numerosi inediti, oltre a due commedie pubblicate “Ntrugghi e bampugghi”  e ” ’A vuci ra cuscenza”.

La serata è stata introdotta dalla professoressa Teresa Catalano, che ha tratteggiato il profilo intellettuale, il tratto stilistico, il legame particolare con la madre, la satira di costume e politica, ed ancora il rapporto di amore con la propria città individuandone il fascino naturale e le avversità storiche. Come ricordato dalla stessa Catalano, “Un autore sempre impegnato e operante in un progetto poetico di riscatto e di crescita civile”. All’incontro ha preso parte anche l’ARS – Artisti reggini sanità – che ha curato la drammatizzazione dell’opera. Marina Amedeo, Mario Gallucci e Pasquale Borruto hanno interpretato alcune delle poesie più importanti di Morabito, facendo conoscere al numeroso pubblico presente la grandezza e la profondità di un autore mai banale e sempre attuale considerato, insieme a  Nicola Giunta, tra i più importanti poeti dialettali reggini.  Conclusione di serata con la gustosa e attesissima crespellata.

francesca

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!