Reggio Calabria, nota del PdCI

pdci

Questo post é stato letto 17780 volte!

pdci
pdci

Si è svolta ieri un’ importante Conferenza Stampa del PdCI a cui hanno partecipato, tra gi altri, il segretario regionale del PdCI Michelangelo Tripodi, il segretario provinciale e candidato al comune avv. Lorenzo Fascì, il prof. Pasquino Crupi docente uni9v. per Stranieri e candidato al Comune e il dott. Tonino Valenti, esperto ambientale.

Con questa conferenza stampa si è voluto fare il punto su quella che è stata la campagna elettorale per le elezioni amministrative ormai agli sgoccioli.

Innanzitutto, non possiamo non sottolineare alcune pagine poco nobili di questa  competizione elettorale come per esempio – ultima occasione l’inaugurazione della scuola elementare di Vito – il fatto che ii vari assessori della giunta in carica si fanno accompagnare dal candidato Sindaco del centrodestra, come se fosse il Sindaco in carica.

Certamente ciò rappresenta un uso poco nobile delle funzione e delle cariche pubbliche e pur tuttavia non è certamente un esempio di buona amministrazione.

Noi, invece, abbiamo volutamente fatto un’altra scelta: abbiamo voluto proporre dei candidati e delle candidate serie, professionalmente riconosciute, giovani capaci; ma non solo; abbiamo voluto caratterizzare la nostra campagna elettorale con dei contenuti; con delle proposte per una Reggio diversa ed alternativa a quella rappresentata dal “Modello Reggio”, orami al tramonto.

Già abbiamo nei giorni scorsi presentato una parte del progetto: la città sostenibile laddove – confermando l’impegno di presentare un’idea che possa consentire alla nuova amministrazione di ridurre le tasse – abbiamo presentato una proposta assolutamente innovativa e civilmente avanzata di gestione della raccolta dei rifiuti, del riutilizzo delle acque depurate, dell’utilizzo delle energie alternative per il risparmio energetico. Settore questo del tutto trascurato dalla precedente amministrazione.

Oggi proponiamo altre idee utili a creare una città più vivibile.

Così, ci sembra assolutamente urgente creare un collegamento diretto tra Aeroporto e Porto; tra centro e periferie, tra quartiere e quartiere, creare prospettive per le OMECA; creare un collegamento culturale e scientifico tra la città e l’Università; le Università, perché, come ha efficacemente detto il Prof. Pasquino Crupi, a Reggio esiste anche l’Università per Stranieri; une delle 3 Università per stranieri esistenti in Italia. Appare infatti assurdo che in questi 10 anni Scopelliti e la sua giunta abbiano completamente dimenticato l’esistenza di un centro dei saperi così importante e strategico per aprire scenari e rapporti tra i paesi del bacino Mediterraneo del quale Reggio per la sua localizzazione geografica è l’oggettivo epicentro.

Il tutto pensando a forme di incentivazione, a politiche territoriali, a politiche di valorizzazione del capitale umano (appunto le Università).

Per questo invitiamo i cittadini a fare uscire con il loro voto la città dal MedioEvo in cui è caduta per aprire la stagione per un nuovo risorgimento.

In questo senso, Michelangelo Tripodi ha opportunamente ricordato l’importanza del progetto di abbassamento della stazione Ferroviaria; idea nata da uno studio di fattibilità fortemente voluto, perseguito e finanziato dallo stesso quando era Assessore all’Urbanistica della Regione Calabria. Così come altre opportunità debbono venire da un uso intelligente del Museo e delle sue ricchezze archeologiche.

Per esempio pensiamo che il nostro Porto debba acquistare una vocazione turistica facendo attraccare le navi da crociera, con itinerari che portino a visite guidate ai Bronzi di Riace ed agli atri tesori.

Insomma, abbiamo voluto dire che quando ci siamo trovati ad Amministrare lo abbiamo fatto in maniera più oculata ed intelligente; esempio per tutti è il Centro-Cuore e la Cardiochirurgia ormai quasi completati grazie al finanziamento di 18 milioni di euro stanziati dalla precedente Giunta regionale di centrosinistra e particolarmente come risultato tangibile del grande impegno profuso appunto dal Segretario regionale del nostro partito Michelangelo Tripodi, all’epoca Assessore Regionale, che si è fortemente battuto per ottenere questo grandissimo risultato per Reggio.

Insomma vogliamo dire agli elettori reggini di non farsi incantare dalle tante passerelle elettorali dei ministri e sottosegretari che si ricordano dell’esistenza di Reggio in occasione elettorale, mentre  quotidianamente, in tutte le sue manifestazioni, il Governo Berlusconi ed i suoi Ministri dimostrano di essere nemici del Sud così come il modello Reggio è nemico della città perché ha portato Reggio al dissesto ed al disastro culturale e sociale.

Questo post é stato letto 17780 volte!

Author: Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *