Reggio Calabria, 4 arresti per droga e detenzione arma clandestina

Reggio Calabria, 4 arresti per droga e detenzione arma clandestina

materiale sequestrato nelle operazioni

materiale sequestrato nelle operazioni

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno tratto in arresto Stellitano Pietro, di anni 62, pregiudicato, sua moglie Rodà Antonia di anni 67 ed il figlio di questi ultimi Stellitano Domenico, di anni 33, pregiudicato, con l’accusa di detenzione in concorso di arma clandestina e ricettazione.
I militari delle Stazioni Rione Modena e Catona hanno effettuato nella prima mattinata una perquisizione presso l’abitazione del nucleo familiare nel quartiere Modena. Alla richiesta di consegnare eventuali armi od oggetti illegalmente detenuti, la donna ha tentato di allontanarsi prelevando un oggetto dal comodino della camera da letto che poi ha gettato con disinvoltura nel cestino della spazzatura.
Il gesto non poteva passare inosservato: l’oggetto infatti era una calza da uomo contenente una pistola semiautomatica 7,65 con matricola abrasa e completa di 6 colpi, repertata e sequestrata dai militari che hanno proceduto all’arresto dei tre familiari conviventi.
I tre sono stati associati alla Casa Circondariale di Reggio Calabria a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Sempre nella stessa mattinata i Carabinieri delle Stazioni di Rione Modena e Catona hanno proceduto all’arresto di Quartuccio Diego, classe ’80, con precedenti per stupefacenti, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
La perquisizione domiciliare avvenuta contestualmente alla precedente, sempre nel quartiere Modena, ha portato al rinvenimento nell’armadio della camera da letto dell’abitazione di Quartuccio di un pezzo unico di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” corrispondente a 40 grammi. Nel giubbotto dell’uomo è stata invece rinvenuta una singola dose della medesima sostanza.
L’uomo è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti per essere tradotto in Tribunale per il rito direttissimo.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!