Reggio, Arrestati insegnante e studente per pedofilia on-line

Questo post é stato letto 35770 volte!

Il fenomeno della pedofilia on-line ha visto impiegata la polizia postale di Reggio Calabria con l’operazione “Simon40” , che ha portato all’arresto di due insospettabili cibernauti del sesso, un insegnante di scuola elementare e di uno studente, colti in fragranza di reato
Sessanta perquisizioni sono state condotte in 37 città italiane, che hanno portato al sequestro di 92 computer, 83 hard disk esterni, 28 pendrive e 3120 supporti ottici.

“Simon40”  il nick name di uno degli indagati, che ha dato anche il nome all’operazione della polizia, aveva diffuso delle immagini pedo pornografiche via web.

È stato un agente della postale che, fingendosi minorenne, ha preso contatti con il cyber-pedofilo il quale, dopo un breve periodo di conversazioni, gli ha ceduto delle immagini hard.

Questo post é stato letto 35770 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *