Oppido Mamertina (Rc), Giannetta su stabilizzazione LSU/LPU‏

Questo post é stato letto 38400 volte!

L’Amministrazione Comunale di Oppido Mamertina guidata dal Sindaco Domenico Giannetta nel pomeriggio di mercoledì 26 Novembre ha manifestato il proprio interesse per il Decreto interministeriale recante le modalità e i criteri di assegnazione delle risorse da elargire agli enti pubblici della Regione Calabria per la stabilizzazione LSU/LPU.
Alle ore 18:00 la Giunta Comunale ha infatti deliberato che si può procedere all’invio della modulistica allegata al decreto per la stabilizzazione a tempo determinato di tutti i lavoratori LSU/LPU in servizio presso il Comune di Oppido Mamertina per i 12 mesi dell’anno 2015.
Si richiede dunque la contrattualizzazione per 36 ore settimanali dei 28 lavoratori, di cui 17 LSU e 11 LPU, utilizzati dal Comune preaspromontano. Gli oneri retributivi e contributivi saranno a totale carico del contributo elargito dal decreto del 15 Ottobre 2014 del Ministero delle Politiche Sociali.
Il Sindaco Giannetta e la sua Giunta si riservano, tuttavia, di rimodulare la contrattualizzazione dei lavoratori interessati all’esito del finanziamento.
Tutto ciò é avvenuto a seguito della riunione del 26 Novembre convocata presso la Prefettura di Reggio Calabria, alla quale erano presenti funzionari del Ministero del Lavoro, della Funzione Pubblica e degli Affari Regionali e i rappresentanti dei 97 Comuni della Provincia di Reggio Calabria, durante la quale é stato illustrato come il contributo viene erogato esclusivamente per i 12 mesi relativi all’anno 2015; lo stesso contributo é relativo all’intero costo che l’Amministrazione dovrebbe sostenere, compresi dunque gli oneri riflessi e l’IRAP; e che la contrattualizzazione é senza oneri per l’Amministrazione stabilizzante.
Va sottolineata dunque la tempestività con la quale il Sindaco Domenico Giannetta e i suoi abbiano preso coscienza della possibilità di regolamentare la posizione dei 28 lavoratori LSU/LPU. “Siamo molto attenti alla situazione dei nostri lavoratori, che da moltissimi anni vivono in una situazione di precarietà imbarazzante. Non sarà questa una manovra che risolverà definitivamente i problemi relativi alla stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili e dei Lavoratori di Pubblica Utilità, ma, qualora venissero esaudite in toto le nostre richieste – ha puntualizzato il primo cittadino oppidese Domenico Giannetta – sarà un primo passo per coloro che da anni aspettano che vi sia una vera e propria stabilizzazione, così come successo per gli LSU/LPU siciliani. Speriamo che questo decreto dia quelle garanzie che potrebbero rappresentare un punto di partenza per la soluzione di questa incresciosa situazione e non l’ennesimo palliativo studiato ad arte per rinviare di un anno il problema. Noi vogliamo solo il bene dei nostri lavoratori, risorse indispensabili per il nostro ente.”

 

Questo post é stato letto 38400 volte!

Author: francesca

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *