“Operazione Tentacolo”, tutto ebbe inizio con intimidazioni a presidente banca

“Operazione Tentacolo”, tutto ebbe inizio con intimidazioni a presidente banca

Ecco le foto degli arrestati >>>

Nuovi particolari emergono dalle indagini nell’ambito dell’operazione denominata “Tentacolo”: il tutto sarebbe partito dagli atti intimidatori nei confronti del Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Cittanova, Francesco Morano, i cui esiti hanno portato all’arresto di sei persone per usura da parte dei carabinieri.

Ecco un sunto degli avvenimenti: il 23 agosto scorso, due auto sono state incendiate da ignoti e, neanche una settimana dopo, il 29, il portone dell’ abitazione di proprietà di Morano e’ stata danneggiato con proiettili di arma da fuoco.

Nel corso delle intercettazioni telefoniche avviate dai carabinieri,  sono state captate alcune conversazioni tra il Morano e un imprenditore oleario che gli confidava di essere ”terrorizzato” perche’ alcune persone gli avevano chiesto la restituzione di un ingente somma di denaro e si trovava in difficolta’ finanziarie. Le vittime, i due fratelli titolari dell’oleificio, inizialmente si sono mostrate restie a collaborare, ma in un secondo momento hanno dovuto riconoscere di essere sotto usura, messi alle strette dagli investigatori che avevano gia’ raccolto le prove.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!