Operazione “Aristeo”, 5 imprenditori arrestati per truffa all’UE

Operazione “Aristeo”, 5 imprenditori arrestati per truffa all’UE

Oltre duecento Fiamme Gialle sono state impegnate nelle province di Catanzaro, Reggio Calabria, Teramo, Pescara, Catania, Lucca e Roma nell’operazione “Aristeo”.  Ed è ingente la stima dei beni sequestrati: 700 milioni di euro tra opifici industriali, strutture alberghiere, immobili e quote societarie.

In particolare, i sigilli sono stati apposti a due strutture turistiche: il Feudo degli Ulivi, a Catanzaro, e l’Hotel Carlton a Pescara.

Gli imprenditori arrestati sono tutti calabresi e ora sono tutti ai domiciliari.

Si tratta dei fratelli Vincenzo e Antonio Oliveri, di 56 e 45 anni, il primo residente a Gioia Tauro e il secondo a Giulianova (Teramo); Vincenzo Borgia (59), di Villa San Giovanni (Reggio Calabria); Salvatore Erminio Surdo (62), di Gioia Tauro, e Giuseppe Surdo (29), anche residente a Giulianova.

Complessivamente, sono 19 le persone indagate

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Content Marketing in Irlanda.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!