Melito Porto Salvo (Rc), diatriba tra maggioranza e minoranza

Melito Porto Salvo (Rc), diatriba tra maggioranza e minoranza

di Francesco Iriti

E’ iniziato con un intervento del consigliere Giuseppe Meduri il civico consesso di Melito Porto Salvo che si è tenuto nel pomeriggio di ieri nei locali comunali. Meduri si è rivolto al primo cittadino chiedendo i motivi secondo i quali ”non è stato sospeso dal suo incarico l’ingegnere Franco Maisano, che ha riportato condanna di un anno e l’interdizione dai pubblici uffici per un procedimento amministrativo”. Richiesta per altro avanzata anche dagli altri consiglieri Minniti e Marcianò. il sindaco Iaria ha ribadito che non ha ritenuto “lecito recedere dalla forma fiduciaria nei confronti dell’ingegnere Maisano in quanto si tratta soltanto di un ritardo di pochi giorni di una consegna di atti e per cui aspetteremo l’esisto dei processi seguenti prima di prendere qualsiasi decisione consci del fatto che tutto si risolverà per il meglio”.

Quindici i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale che ancora una volta non ha visto la comunicazione alla stampa, contrariamente a quanto avviene nel momento in cui si decidono delle conferenze a in “pompa magna” ed all’ultimo minuto. Ci rimane soltanto di apprendere nuovamente del consiglio comunale attraverso le dicerie del paese, o a qualche manifesto appeso nelle strade,per recarci sul posto ed informare i lettori. Tutta la riunione ha riguardato un botta e risposta serrato tra la maggioranza, della quale ormai sembra far parte anche una parte della minoranza, ed i consiglieri Meduri e Minniti. Assenti Martino e Abenavoli. Meduri si è astenuto sul primo punto riguardante “la lettura ed approvazione dei verbali della seduta precedente”.

Il secondo punto ha visto la surroga del consigliere Vincenzo Domenico Vinci con Silvestro Palumbo, primo dei non eletti della lista “Forza Lavoro” che si è presentato subito molto “vicino” alla maggioranza. “Agirò per il bene del paese seguendo anche il percorso intrapreso dall’amministrazione che ritengo positivo. Mi asterrò durante la seduta .ha dichiarato Palumbo – su tutti i punti in quanto non sono a conoscenza di ciò che è stato messo all’ordine del giorno”.

Molto argomentato ed acceso il terzo punto con il consigliere Giuseppe Minniti che ha sciorinato un’interrogazione avente come oggetto l’”Erogazione contributi”. E’ scaturito uno scambio di battute con l’assessore Pulitanò secondo il quale “bisogna fare un ringraziamento a tutte le associazioni che hanno ben figurato durante le varie manifestazioni sportive”. Per Minniti, invece, “non è stato rispettato il regolamento comunale nell’erogazione dei contributi come deciso nelle delibere del 2002 e del 2006. – ha chiosato l’ex presidente del consiglio – Il comune non deve fare i conti in tasca a nessuno, ma se eroga un contributo i conti devono essere fatti. Qui non si conosce il regolamento”. Subito dopo Minniti ha abbandonato l’aula contrariato per le risposte ricevute.

E’ iniziata, quindi, la discussione dei restanti punti che hanno riguardato, dal quarto all’ottavo, delle ratifiche di alcune delibere “poiché entro il 30 settembre di ogni anno ogni comune – ha dichiarato Iaria – deve fare la ricognizione degli atti di bilancio”. Approvate, nonostante il voto contrario di Meduri e l’astensione di Zappia e Rappocciolo, le delibere riguardanti le preselezioni per il concorso per 7 posti da vigili urbani e 4 di dipendenti di categoria apicale, gli interventi di adeguamento del campo sportivo “Saverio Spinella”, il Por Calabria per la rete fognaria, l’adeguamento della scuola media di Melito attraverso l’installazione di arredi e della mensa.  Riconosciuti anche tutti i debiti fuori bilancio (punti dal 9 al 15).

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!