Melito Porto Salvo (RC), clima teso durante il Consiglio Comunale

Questo post é stato letto 17260 volte!

consiglio comunale

di Francesco Iriti (Pubblicato su Calabria Ora)

Clima teso durante il consiglio comunale di Melito che ha visto sugli scudi come sempre la maggioranza da una parte, con il sindaco Iaria in testa, e il duo Minniti-Meduri dall’altro pronto a darsi battaglia su molti punti non presenti all’ordine del giorno.

Minniti ha subito preso la parola riprendendo nuovamente la questione dell’azzeramento del collegio melitese e scatenando la risposta di Costantino e Nastasi che hanno ringraziato per i complimenti “sarcastici” del consigliere. Nel primo intervento della giornata, Meduri ha sollevato la questione di “situazione cimitero vecchio e di Pentedattilo, mancanza di acqua a Prunella, la vicenda della scuola media e il pagamento degli scrutatori”.

Pronte le risposte da parte degli organi competenti che hanno affermato che “la situazione dei cimiteri è già stata attenzionata, per la scuola sono stati vari gli interventi (vedi approfondimento), e che gli scrutatori verranno pagati in settimana”.

Marcianò ha evidenziato il problema dei “rimborsi dei libri scolastici che il comune deve alle cartolerie e la questione delle mense per la scuola materna”. Le risposte sono state della Sinicropi “c’è stato cambiamento funzionario e ritengo che il ritardo sia dovuto a questo” e Latella “tutte le librerie sono state pagate. A breve saranno pagate anche le scuole materne in quanto è cambiata la modalità di rendicontazione”.

Prima della discussione dei punti all’ordine del giorno, i consiglieri Minniti, Laganà, Marcianò e Meduri hanno presentato una mozione in merito “alla richiesta di una relazione dettagliata sull’attuale situazione debitoria del comune ed elenco specifico dei creditori del comune di Melito aggiornato.

Subito dopo si è passati alla discussione dei punti dell’ordine del giorno. I punti sono stati relazionati da Giuseppe Latella. Per quanto concerne il conto consuntivo per l’esercizio 2010, per Latella “l’obiettivo primario é stata la lotta all’evasione per mantenere inalterato il patto di stabilità. Un impegno difficile che tutt’ora ci ritiene impegnato.  Il titolo delle entrate é cresciuto. Nel 2010 confermata Ici, servizi idrici ed altri servizi comunali. Prestigioso l’obiettivo raggiunto attraverso demolizione mutui che ci ha portato a risparmiare molti interessi”.

Pronta la risposta piccante di Meduri che ha portato come esempio “la relazione dei revisori dei conti secondo cui si consiglia nel breve recente possibile una maggiore riscossione per evitare sempre anticipo di casso, una più accurata revisione dei residui attivi e passivi”.

Inoltre Meduri ha elencato una serie di “delibere a favore di innumerevoli lavori nel comune e poi nel caso di Rinascita, di Ased e delle altre ditte ci troviamo indietro con i pagamenti”. Per Meduri “sono stati pagati gli automezzi comunali il doppio di quanto costa”. Infondata la notizia secondo il sindaco che ha ribattuto colpo su colpo alle accuse.

Minniti ha sottolineato le lamentele dei cittadini che “non ricevano i soldi degli affitti nonostante siano stati accreditati al comune 48 mila euro. Inoltre qualcuno – ha continuato – ha chiesto 25 mila euro ricevendo 10 mila euro per la promozione del comune senza fare un bando pubblico per l’assegnazione o chiedere dei preventivi. Eravamo rimasti che si sarebbe agito diversamente rispetto all’anno passato, ma cosi non é stato fatto”.

Non sono mancati anche i toni aspri tra Minniti e Benedetto, prima, e Iaria e Meduri dopo. In merito alla seconda vicenda, si é arrivati a votare persino sulla richiesta di Meduri che ha “affermato che il sindaco l’ha offeso personalmente”. Una situazione incresciosa che ha visto il solo Meduri votare a favore. Sulla variazione di bilancio e sulle accuse ricevute, Latella ha ribadito che “c’è da considerare anche che vantiamo molti soldi da più parti”.

La variazione di bilancio è stata approvata favorevolmente nonostante due astenuti ed un voto contrario. Approvati due debiti fuori bilancio nonostante nel quinto punto Minniti ha chiesto “di conoscere il motivo per cui il comune ha perso; gli sono state negate le carte a chi ha vinto la causa”. Approvati anche gli altri punti come l’Ici.

Questo post é stato letto 17260 volte!

Author: Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *