Locri (RC), gemellaggio Locride- Lazio sul tema della legalità

di Domenica Bumbaca

Due realtà unite da un unico obiettivo: promuovere la cultura della legalità. Strumento per diffonderla è il gemellaggio tra regioni, alla fine di un percorso culturale che vede impegnati ragazzi della Locride e del Lazio. Così promosso dall’Associazione “Don Milani” e da “Libera”, il progetto, denominato, proprio, “Libera-Don Milani”, si è strutturato in un percorso di gemellaggio sul tema della legalità.

L’appuntamento è per stamani, quando a partire dalle ore 9.30, presso l’Istituto “Maresca” di Locri, ci sarà la presentazione dell’iniziativa con l’incontro dei ragazzi del Lazio ( 70 giovani che staranno in Calabria dal 4 al 6 aprile)  e della Locride con i rappresentanti di Libera e del Don Milani. Destinatari diretti i ragazzi provenienti da quattro scuole della Locride (la Scuola Media “F. Sorace Maresca” di Locri, l’Istituto Comprensivo di  San Luca – Scuola Media Statale “Don G. Signati”, l’Istituto Comprensivo di Grotteria – Scuola di Primo Grado, la Scuola Media “Domenico Cento” di Gioiosa Jonica) e da sei scuole del Lazio (la Scuola Secondaria I grado “Giuliano” di Latina, la Scuola Statale I grado“Alighieri”  di Civita Castellana, l’Istituto Comprensivo Ricci di Rieti, l’Istituto Comprensivo Pacifici di Tivoli, la Scuola  Statale I grado  III di Frosinone, l’Istituto Comprensivo “Via Puglie” di Roma).

Durante l’incontro sarà riservato spazio allo scambio sul progetto e sui lavori rispettivamente svolti nei mesi scorsi, ed inoltre si assisterà alla testimonianza di un familiare di vittima di mafia.  Nel pomeriggio, i ragazzi laziali saranno invece a Gioiosa Ionica per una visita al murales in memoria di Rocco Gatto (vittima di mafia). A seguire festa, animazione e momento di condivisione presso l’area sportiva gestita dall’associazione Don Milani a Gioiosa Ionica.

I ragazzi laziali ripartiranno mercoledì mattina, dopo la visita presso la cooperativa sociale “Valle del Marro – Libera Terra”, cooperativa di produzione agricola che gestisce terreni confiscati alla ‘ndrangheta nella Piana di Gioia Tauro. Il progetto, promosso dall’associazione Don Milani, ha visto negli anni passati la partecipazione ed il contributo di diverse realtà operanti nelle due regioni interessate, Calabria e Lazio: l’associazione Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, l’IPAB S. Caterina di Roma, il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio, l’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio. Il progetto – si legge in una nota stampa-  ha attivato un percorso di gemellaggio socio-culturale tra i due gruppi di minori, intraprendendo contemporaneamente un cammino di educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva, promovendo la formazione e la crescita civile dei minori, lo scambio di esperienze e idee, la socializzazione e l’integrazione, lo sviluppo di una coscienza critica della propria realtà e di realtà differenti, il superamento di preconcetti e stereotipi errati.

Due anni fa il percorso suscitò parecchio entusiasmo tra i ragazzi calabresi e laziali, anche grazie all’incontro tra le reciproche realtà: dal 12 al 15 maggio 2009 è stato infatti realizzato a Roma il gemellaggio delle scuole del Lazio coinvolte con le scuole della Locride. In quella occasione i minori locresi hanno avuto la possibilità di incontrare direttamente i coetanei laziali. E’ stata un’occasione per conoscersi personalmente, scambiarsi informazioni ed esporre il percorso di formazione intrapreso.

Category Reggio Calabria

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!