Reggio, immobili sequestrati alla criminalità diventeranno sedi di uffici

Reggio, immobili sequestrati alla criminalità diventeranno sedi di uffici

L’Agenzia Nazionale dei beni sequestrati e confiscati (ANBSC) ha consegnato in gestione all’Agenzia del Demanio 41 immobili confiscati a cosche della ‘ndrangheta che saranno destinati a divenire sedi di uffici pubblici, in particolare alloggi e uffici della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, la sede della Corte di appello, del Tribunale di Sorveglianza e della Prefettura del capoluogo calabro.

La notizia è arrivata durante la presentazione della prima Conferenza di Servizi in forma simultanea a mezzo piattaforma digitale a cui hanno preso parte il Direttore dell’ANBSC, Umberto Postiglione, il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, il Direttore Regionale della Calabria dell’Agenzia del Demanio, Giuseppe Tancredi, ed i rappresentanti degli Enti Territoriali. Per la prima volta i soggetti istituzionali convocati hanno avuto la possibilità di esprimere la propria manifestazione di interesse all’acquisizione dei  160 immobili che hanno un valore complessivo pari a circa 19 milioni di euro. Il nuovo  sistema telematico “Open Re.G.I.O.” infatti mette a disposizione online le informazioni e la documentazione riguardanti ogni singolo immobile in modo tale che le amministrazioni possano inoltrare le manifestazioni d’interesse all’ANBSC che provvederà quindi alla destinazione del bene.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!