Definizione agevolata ingiunzioni, proroga del termine

Definizione agevolata ingiunzioni, proroga del termine

eadv

Definizione agevolata ingiunzioni. È stato prorogato il termine per la presentazione delle istanze agevolate delle ingiunzioni fiscali. Notificate ai contribuenti negli anni dal 1 gennaio 2000 al 16 ottobre 2017.

Definizione agevolata ingiunzioni

Su proposta dell’Assessorato alle Finanze, l’amministrazione Falcomatà ha deliberato di prorogare al 31 marzo prossimo il termine entro il quale, i cittadini possono proporre l’istanza per la definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento. Le stesse ingiunzioni che sono state notificate dal 1 gennaio 2000 al 16 ottobre 2017. Per le quali, l’Ente non abbia formato e trasmesso all’agente della riscossione il ruolo con la cartella esattoriale.
Il provvedimento è stato infatti deliberato nel corso dell’ultima seduta di giunta comunale. Anche su impulso delle associazioni dei consumatori. Queste sono state portatrici delle richieste dei tanti cittadini che stanno già traendo i benefici della misura.

L’adesione alla definizione agevolata comporta l’esclusione delle sanzioni applicate nell’atto portato a riscossione forzata. Tramite ingiunzione di pagamento. Con esclusione delle sanzioni diverse da quelle poste per le violazioni tributarie. Nonchè, con riferimento alle sanzioni amministrative per violazione del codice della strada, all’esclusione degli interessi relativi alla mora. Ed anche dell’aumento di un decimo ogni sei mesi.

Come estinguere il debito

I debitori possono dunque estinguere il passivo, senza corrispondere le sanzioni, versando:

1. Le somme ingiunte a titolo di capitale ed interessi;
2. Le spese che si riferiscono alla riscossione forzata, riferibili agli importi di cui al precedente numero 1;
3. Le spese che sono relative alla notifica dell’ingiunzione di pagamento;
4. Le spese relative alle eventuali procedure cautelari o esecutive sostenute;
5. Un importo a forfait di € 10.00 a titolo di rimborso spese d’istruttoria.

Slitta dunque, del pari al 20 aprile 2018, il termine ultimo entro il quale verrà comunicato al debitore l’accoglimento o il rigetto dell’istanza. Nonché in caso di accoglimento; l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione. Tuttavia, restano fisse le scadenze delle singole rate di pagamento.

Le modalità integrali e la modulistica per valutare la possibilità di definizione agevolata ingiunzioni sono indicate sul sito web www.reggiocal.it .

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!