Carabinieri di Reggio Calabria, Controlli agli apparecchi videoludici

carabinieri

Questo post é stato letto 10140 volte!

Complessivamente, sono stati sequestrati 20 personal computer e “totem” presso bar e circoli situati tra i comuni di Oppido Mamertina e Sant’Eufemia d’Aspromonte. Sono state irrogate sanzioni amministrative per oltre 260 mila euro e avanzate proposte di chiusura per tre locali pubblici.

Questo è il saldo di una serie di controlli effettuati nelle ultime settimane dai Carabinieri della Compagnia di Palmi, mirati a contrastare il gioco illegale. Durante i controlli condotti dai militari dell’Arma in collaborazione con gli operatori dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, è emerso che gli apparecchi sequestrati permettevano ai giocatori, spesso minorenni, di connettersi a internet e effettuare scommesse rischiose su piattaforme specifiche di gioco online, bypassando i regolamenti dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Particolarmente significativo è stato il rinvenimento ad Oppido Mamertina, durante un singolo controllo presso un bar, di 6 apparecchi “totem” nascosti in una sala coperta da tende. Questi dispositivi, chiamati così per la loro forma slanciata, consentono di giocare eludendo le concessioni dello Stato italiano.

Attraverso tali azioni di controllo, l’Arma dei Carabinieri ribadisce la sua costante presenza sul territorio, agendo per tutelare gli interessi patrimoniali dello Stato e dei cittadini.

Questo post é stato letto 10140 volte!