Arrestate 11 persone nella piana di Gioia Tauro

Arrestate 11 persone nella piana di Gioia Tauro

I Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio espletato in tutta la piana di Gioia Tauro, con il concorso dello Squadrone Eliportato Cacciatori e di 2 unità cinofile del G.O.C. di Vibo Valentia, hanno tratto in arresto complessivamente 11 persone per i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi clandestine, ricettazione e furto aggravato.

In particolare a Rosarno i militari hanno tratto in arresto, in esecuzione di un’Ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione G.I.P. – G.U.P., su richiesta della locale Procura Distrettuale Antimafia, tre persone, due delle quali già sottoposte a regime di detenzione domiciliare e il terzo già detenuto presso la Casa Circondariale di Catanzaro, a seguito dell’intervenuta sentenza di condanna, emessa il 26.01 u.s. dallo stesso G.U.P., rispettivamente alla pena della reclusione di 9 anni e 4 mesi, di 8 anni e 18 anni.

La sentenza di condanna è stata emessa ad esito del giudizio, celebrato con rito abbreviato, instaurato a seguito dell’operazione convenzionalmente denominata “Mauser”, che nel luglio 2014 aveva portato all’arresto, da parte di Carabinieri di Reggio Calabria, di 16 persone appartenenti alla cosca Cacciola di Rosarno, per le ipotesi di associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, sequestro di persona e riduzione in schiavitù.

Contestualmente, a Gioia Tauro, sono state tratte in arresto in flagranza di reato 8 persone e ne è stata denunciata un’altra in stato di libertà per detenzione illegale di armi clandestine, ricettazione e furto aggravato.

È stato infine denunciato in stato di libertà per furto di energia elettrica un uomo di 31 anni.

Le armi e le munizioni rinvenute, efficienti ed in ottimo stato di manutenzione, sono state sequestrate per i successivi accertamenti tecnico-balistici.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!