Studenti del Mazzini di Locri Brillano anche nel premio “Logoteta”

Questo post é stato letto 7680 volte!

Un nuovo risultato gratifica gli studenti e tutto lo staff del Licei Mazzini di Locri, diretti dal DS Francesco Sacco, in occasione dell’assegnazione della XVIII Borsa si studio “G. Logoteta”, alla quale l’Istituto ha aderito anche quest’anno, con motivazione e entusiasmo, con la realizzazione di 14 prodotti (11 artistici e 3 elaborati letterari). Il Concorso artistico-letterario, organizzato annualmente dall’Associazione Culturale “Giuseppe Logoteta” è articolato in più sezioni (letteraria, poesia, artistica e multimediale), con l’intento di stimolare la riflessione dei giovani su tematiche di attualità e sulla riscoperta e la valorizzazione del patrimonio artistico-culturale della Calabria.

La cerimonia di premiazione della XVIII edizione, che si è svolta il 15 giugno, alle ore 9.30, presso il Cine Teatro Odeon di Reggio Calabria, è stata dedicata alla tematica “La Calabria tra bellezza e leggenda”: dopo l’introduzione del giornalista Angelo di Rosa e i saluti del Presidente dell’Associazione, Pasquale Melissari, sono seguiti gli interventi di Maurizio Maisano, Domenico Sorace, Rocco Barbaro, Antonio Seminario, intervallati dalle preziose esecuzioni musicali affidate al chitarrista Roberto Fabbri. Si è poi proceduto alla premiazione delle Scuole, nel corso della quale gli studenti del Mazzini, accompagnati dalla professoressa Federica Malara, Funzione strumentale studenti, hanno ricevuto menzioni di merito e due targhe speciali “per l’ottima qualità” delle opere artistiche realizzate. Le due targhe sono state assegnate ai lavori di gruppo realizzati dalle studentesse Giulia Micaela Capogreco (III CLS), Virginia Maria Varpodio (IV AES), Giulia Logozzo e Mariagrazia Marchiore (IV BSU), Elisa Garreffa (IV CSU), allieve del laboratorio artistico condotto dal Prof. Fabio Marra, che ha guidato con dedizione le partecipanti al concorso durante tutto il percorso.

Nella realizzazione delle due tele, l’attenzione delle partecipanti si è focalizzata su due opere emblematiche del nostro territorio il Bronzo di Riace noto come “Il Giovane” e la scultura “Fire man” di Italo Scanga, collocata all’interno del MUSABA progettato da Nik Spatari, che sono state reinterpretate, “umanizzate” e attualizzate con l’intento di dare anche un significato sociale al lavoro svolto. L’Associazione ha, inoltre, conferito attestati di merito alle studentesse Sara Pia Cardenia e Maria Stella Scicchitano (IV ASU), Jessica Xiang (V DLB), Giulia Logozzo e Fabiana Marzano (IV BSU), Caterina Teresa Sergio (V FES), per le loro opere, raffiguranti un ritratto di Tommaso Campanella, la statua di Nosside a Locri, Il Bronzo noto come “vecchio”.
Con soddisfazione ed entusiasmo le allieve del Mazzini hanno dichiarato di aver voluto trasmettere, con i loro lavori, il legame profondo fra passato e presente che permea la cultura calabrese e l’amore profondo nutrito verso il territorio.
I Licei Mazzini ringraziano l’Associazione “Giuseppe Logoteta” e la giuria del Premio per gli stimoli, le opportunità e le gratificazioni offerte ai propri studenti.

Questo post é stato letto 7680 volte!

Author: Redazione Notizie