A San Giovanni in Fiore importante evento a cura del Rotary di Locri

Questo post é stato letto 7490 volte!

Nella cittadina di San Giovanni in Fiore presso l’Istituto Comprensivo Statale “Gioacchino da Fiore”, si è tenuta la seconda giornata di formazione sul tema della conservazione e cottura degli alimenti, con l’obiettivo di fornire ai partecipanti informazioni utili per evitare gli sprechi.

L’evento, organizzato dal Rotary Club Florense presieduto da Giovanna Oliverio, con il patrocinio del Rotary Distretto 2102 con Governatore Francesco Petrolo, si è svolto presso la scuola “C. Alvaro” ed ha visto la partecipazione di docenti e genitori dei 462 alunni che frequentano lo stesso istituto comprensivo.

Il relatore, Francesco Mazzotta – docente dell’Istituto Alberghiero e membro dell’Associazione Cuochi – ha presentato una serie di consigli pratici per incentivare il consumo di cibi sani prevenendo così l’obesità infantile.
Tra i temi trattati: la corretta conservazione dei diversi alimenti, in base alla loro tipologia e al periodo di conservazione previsto, i metodi di cottura più adatti per evitare di sprecare cibo, le ricette antispreco, per riutilizzare gli avanzi in modo creativo.

La giornata di formazione appena conclusasi rientra nelle attività nel progetto “ROTARY A SCUOLA: lotta all’obesità infantile” ideato e diretto da Vincenzo Ursino con lo scopo di sensibilizzare e coinvolgere attivamente le comunità sulla questione appunto dell’obesità infantile. Una delle fasi di questo progetto – riferisce Ursino – riguarda la raccolta ed elaborazione dei dati degli stessi partecipanti ed è emerso che in questa scuola 11% degli alunni è obeso o sovrappeso, quasi il 98% delle famiglie pratica delle scorrette abitudini alimentari e poco più del 20% non pratica una adeguata attività motoria.

Molto soddisfatta Giovanna Oliverio perché grazie al suo club ed ai soci che lo sostengono I partecipanti hanno potuto apprezzare l’evento. L’obiettivo – ha affermato – era fornire ai partecipanti le conoscenze e le competenze necessarie per ridurre gli sprechi alimentari; gli stessi sono un problema globale che ha un impatto negativo sull’ambiente e sull’economia. Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere per ridurre gli sprechi alimentari e questa giornata di formazione è un passo importante in questa direzione.

I Club Rotary che aderiscono al progetto – conclude Ursino – promuovono la cultura delle corrette abitudini alimentari e del movimento sensibilizzando le comunità sull’importanza di condurre uno stile di vita adeguato.

Questo post é stato letto 7490 volte!

Author: Redazione Notizie