San Marco Argentano (CS), nota dell’Artusi sul destino dell’Ospedale Pasteur

“Leggere dichiarazioni a mezzo stampa rilasciate da alcuni rappresentanti politici locali che provano a descrivere una falsa rappresentazione della realtà dei fatti, oltre che ad offrire mistificazioni della verità su quanto accaduto, mortifica le stesse persone che le hanno asserite”. Questa è la prima espressione che rilascia la presidente del civico consesso di San Marco Argentano, Leonilda Artusi, a seguito di quanto hanno dichiarato, pochi giorni dopo il consiglio comunale aperto sul futuro destino dell’ospedale Pasteur, il vicecoordinatore provinciale di Italia dei Valori, Franco Portella, il presidente regionale de “La Destra”, Domenico Avolio, e il locale presidente della Casa delle Libertà, Luca Tudda. Peraltro, sembrerebbe che questo ultimo giovane esponente politico locale sia del tutto estraneo e disconoscente dei contenuti insiti nel comunicato inviato dai suddetti ai mezzi d’informazione. Il passaggio contestato dalla presidente Artusi si riferisce alle accuse rivolte da questi signori contro la sua persona circa una faziosa conduzione dei lavori consiliari, con preferenza di parola verso i tanti sindaci ed esponenti politici piuttosto che di intervento per i tanti cittadini presenti. “Niente di più falso, dimostrato e verificabile dai miei continui appelli rivolti nel corso dei lavori circa la possibile prenotazione di eventuali interventi da parte del pubblico e per la sollecitazione finale, rivolta ai presenti, di poter porre domande o proposte ai rappresentanti istituzionali intervenuti nell’occasione. Tengo a sottolineare che i lavori consiliari hanno dimostrato ancora una volta all’opinione pubblica calabrese il grande senso di responsabilità e compostezza del dialogo avviato da questa amministrazione comunale nei confronti dell’unico ente istituzionale (Regione Calabria, ndr) deputato a determinare il destino di questo importante presidio sanitario della Valle dell’Esaro. Un consiglio comunale svoltosi attraverso un dibattito di quattro ore, fatto di proposte serie e potenzialmente applicabili, giunte da ogni parte politica ed espresse liberamente dai tanti rappresentanti delle comunità interessate. Capisco che qualche esponente politico sia abituato alla gazzarra o che debba essere giustificato solo perché ancora acerbo o alle prime armi, ma presentare comportamenti di alta democrazia e corretta partecipazione come prese di posizione assolutistiche o di scelta preferenziale, mi impongono di rispedire immediatamente certe accuse al mittente e di censurare le loro dichiarazioni per le inaccettabili inesattezze contenute”. Ad ogni modo, affinché non vi sia un atteggiamento pregiudiziale verso chi non è sempre onesto nelle proprie considerazioni o dichiarazioni, la presidente Artusi si pronuncia favorevolmente circa le considerazioni positive espresse da Italia dei Valori circa le proposte avanzate dal presidente Scopelliti al sindaco Termine. “Questa amministrazione – conclude la presidente del consiglio comunale di San Marco Argentano – sin dal suo insediamento ha dimostrato di essere pronta a dialogare con tutti, purché i contributi siano realmente rivolti alla ricostruzione e allo sviluppo dei servizi del Pasteur. Indipendentemente da quale sarà in futuro il suo punto di ripartenza”.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!