Cosenza, minore tenta suicidio perché obbligato a fare rapine

Era costretto dai suoi coetanei a fare rapine nei supermercati e ha tentato di suicidarsi bevendo la candeggina. E’ questa la tragica storia di un minore, L.B., di 17 anni di Cosenza che per la disperazione di essere costretto e minacciato da alcuni compagni voleva farla finita. Il giovane, dopo essere riuscito a salvarsi, ha collaborato con la polizia, facendo arrestare due dei minorenni insieme ai quali aveva compiuto le rapine.

Uno dei due minorenni arrestati, M.F., di 17 anni, responsabile delle minacce ai danni di L.B. e indicato come il capo della banda di rapinatori, è stato portato in carcere.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!