Cerisano (Cs), grande attesa per il Festival delle Serre

Morgan

Questo post é stato letto 38230 volte!

E’ stato presentato ufficialmente il programma della 22° edizione del Festival delle Serre 2015, curato dal direttore artistico Giuseppe Marasco.

Obiettivo principale del festival, uno tra i più importanti della Calabria, è quello di spaziare tra le diverse proposte artistiche per soddisfare un pubblico di appassionati e non.

Un’edizione fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale di Cerisano, dalla Regione Calabria e dalla Marasco Comunicazione.

Giovedì 15 Ottobre, si esibiranno Stochelo Rosenberg e Salvatore Russo Trio. Rosenberg nasce da una famiglia di musicisti sinti ed ha cominciato a suonare la chitarra all’età di 10 anni seguendo gli insegnamenti del padre. Rosenberg è diventato un chitarrista gipsy jazz di grandissimo talento conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, oltre che uno stimato compositore. E’ attualmente considerato il più grande chitarrista “gipsy jazz” al mondo.

Venerdi 16 Ottobre, si potrà ascoltare la “chitarra parlante” di Andrea Braido con il suo omaggio ai Deep Purple. Inizia a suonare la batteria all’età di 4 anni. La sua carriera annovera molte collaborazioni storiche sia nei live tour che in studio collaborando con numerosi artisti.

Si potrà apprezzare anche la bravura e la popolarità di artisti come la Rimbaband, con il loro linguaggio della musica a supporto di un contenuto comico, una musica dilatata che ti fa guardare, oltre che ascoltare… ma c’è anche l’anima, come ci spiegano loro.

Sabato 17 Ottobre, sarà il turno di Stefano Di Battista 4et, il più grande sassofonista jazz in circolazione. Ha iniziato a studiare il sassofono all’età di 13 anni e da li in poi Stefano ha sperimentato quella che sarebbe diventata una delle qualità essenziali della sua musica: l’allegria.

Un tuffo nel cabaret/teatrale con i popolarissimi Pio e Amedeo, la coppia, che partendo dalle Iene, ha bruciato tutte le tappe del successo. Divertenti, irriverenti, le facce toste delle Iene.

Domenica 18 Ottobre, invece, le “visioni musicali” del grande Morgan, all’anagrafe Marco Castoldi, musicista, cantautore e interprete, regista teatrale, giudice per Xfactor, leader dei Bluvertigo personaggio sui generis nel panorama pop.

Ed inoltre, Il parto delle nuvole pesanti, storico gruppo musicale calabrese con il nome più poetico della storia del rock italiano. Nel 2015 grazie al loro impegno parte il progetto musiculturale Terre di Musica – Viaggio tra i Beni Confiscati alla Mafia, con la collaborazione di Libera e Arci. Ad aprire il concerto di questo grande gruppo i Sabatum Quartet, forse il gruppo più anomalo e originale nel suo genere. Si spazia dalla tipica tarantella calabrese, a canti di repertorio tradizionale, a pezzi di contenuto socio-politico.

Lunedì 19 Ottobre, ad intrattenere il pubblico sarà la volta di Gennaro Calabrese. Geniale one-man-show, cabarettista, imitatore, un imperdibile talento calabrese. Dalla politica allo sport, tutti i personaggi dello spettacolo, interpretati da questo esilarante ladro di voci.

Martedi 20 Ottobre, per l’ultima serata, una proposta di notevole interesse: il rock/pop di una grande rivelazione quella degli “Other Voices”, calabresi Doc, nascono verso la fine 2002 e in tutti questi anni di attività hanno collezionato una lunga serie di successi.

Il Festival delle Serre racchiude in se tanta arte e tanta cultura anche grazie agli eventi “collaterali”, come la sezione dedicata alle Arti Visive dove oltre 20 artisti provenienti da tutta la Regione esporranno le loro opere (palazzo Sersale), la sezione Cinema con due novità, la 3° edizione di Indie Video Nation (rock e videoclip in Calabria) a cura di Loredana Cilibero e Calabrian Videomaker (rassegna di videomaker e registi in Calabria) a cura di Mauro Nigro; le cosiddette Conversazioni con scrittori ed autori di grande importanza e gli Artisti di Strada che da sempre riempiono le vie del centro storico (il teatro dei piedi con Veronica Gonzales, l’illusionismo e l’ipnosi di Rocco Borsalino, Il Circo Storico, il fuoco del “Drago Bianco”, Emanuele Gagliardi e Eugenio Turboli e tante altre sorprese.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

Questo post é stato letto 38230 volte!

Author: Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *