Wella Collection Show: successo di Firriolo, originario di Reggio Calabria

Questo post é stato letto 24920 volte!

Grande successo per il Wella Collection Show 2017, battuti tutti i record delle precedenti edizioni con numeri da capogiro: all’Unipol Arena di Bologna 11.000 presenze in due giorni, 31 hotel completamente occupati, 2.200 camere di hotel, 300 pullman, 150 modelle, 160 addetti in backstage, 700 maestranze al lavoro, 1.000 prodotti tra colore e styling utilizzati, 3.800 ospiti alla cena di gala e 385 tavoli placè.

Lo show, presentato da Rudy Zerbi e Giorgia Palmas con il supporto del “disturbatore” Vittorio Brumotti e l’inviata d’eccezione dal backstage Jo Squillo, è servito per presentare le tendenze colore per la prossima primavera-estate 2017. Tanti altri gli ospiti vip: Melissa Satta, Elena Barolo, Gabriele Cirilli, Raphael Gualazzi, Samanta Togni e Samuel Peron.

I più importanti hair stylist italiani e internazionali, da Eugene Souleiman a Egidio Borri, si sono esibiti sul palco presentando vere e proprie opere d’arte nel mondo dell’acconciatura. Tra questi anche Mario Firriolo, artista dal fashion concept raffinato ed unico, precursore di tendenze e sempre autentico, nel rispetto del benessere dei capelli. Da oltre 35 anni è protagonista dell’hairstyle con un esclusivo salone a Torino, ma rimane orgoglioso delle sue origini calabresi.

Firriolo
Mario Firriolo

“Mio padre era di Reggio Calabriaha dichiarato Firrioloed io ho trascorso tanti periodi della mia adolescenza in riva allo Stretto. Quando penso a questa terra mi vengono in mente personaggi del calibro di Gianni Versace, perchè l’arte parte da sud e ritengo fondamentale rilanciare la cultura italiana, magari ripartendo proprio dall’artigianato”.

Soddisfatto anche l’imprenditore reggino Sebastiano Vadalà: “E’ un’azienda che guarda con grande interesse al sud e alla Calabria in particolareha commentato Vadalà e ci sta fornendo grande supporto, la nostra regione ha bisogno di queste attenzioni e, per dare forza al settore, ritengo fondamentale intervenire sulla formazione”.

 

Questo post é stato letto 24920 volte!

Author: Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *