Motta San Giovanni: Un milione di euro per il “Borgo dei Minatori”

Motta San Giovanni: Un milione di euro per il “Borgo dei Minatori”

Il Borgo dei Minatori, recupero e valorizzazione dei luoghi della memoria” è la proposta progettuale del Comune di Motta San Giovanni valutata dagli uffici dell’Agenzia per la Coesione territoriale insieme a quelli della Regione Calabria con priorità alta e quindi meritevole di un immediato finanziamento mediante il Contratto istituzionale di sviluppo.

Il luogo, si lega al ricordo della vita pericolosa nel contesto migratorio degli anni del secondo dopoguerra dei minatori del Comune di Motta San Giovanni. Un particolare storico, riferito alla comunità Mottese, che non può essere dimenticato, perché carico di nostalgia, dolore, sacrificio, dignità, orgoglio e appartenenza.

Uno spaccato di vita, che ha visto tanti padri di famiglia, mariti, figli, fratelli, amici, non riabbracciare più i loro cari.

Entusiasta il sindaco Giovanni Verduci che in remoto, ha partecipato all’evento organizzato a Tropea dal sottosegretario di Stato on. Dalila Nesci per l’approvazione e la sottoscrizione del Contratto istituzionale di sviluppo “Calabria Svelare Bellezza”.

Giovanni Verduci

Giovanni Verduci

Su 1180 proposte presentate nei mesi scorsi dagli enti calabresi – ha detto il primo cittadino – 890 sono state considerate idonee e tra queste solo 110 con priorità alta a seguito di una valutazione che ha tenuto conto della strategicità, della complementarietà e della cantierabilità.

Tra le proposte che hanno ottenuto il finanziamento immediato, ha evidenziato Verduci, c’è quella predisposta dall’ufficio tecnico, che ci permetterà di recuperare e valorizzare i luoghi dedicati alla memoria dei minatori Mottesi.

Un milione di euro – ha precisato il sindaco – che verrà impiegato per il rafforzamento dell’attrattività del centro storico di Motta San Giovanni, la promozione turistica e il recupero di spazi per la creazione di aree attrezzate per il verde e la sistemazione delle superfici viarie e ciclopedonali, garantendo al contempo migliori condizioni di accessibilità e sicurezza stradale.

Saranno pavimentate le strade del centro storico e si provvederà alla sostituzione di interi tratti di rete idrica. Lungo le strade di progetto saranno collocate, in modo casuale, le “pietre della memoria” con superficie in acciaio sulla quale sarà scritto il nome dei minatori caduti.

Questo finanziamento – ha precisato – si sposa benissimo con l’altro finanziamento già ottenuto (950mila euro) attraverso i Piani Urbani Integrati e volto a rendere funzionale, riqualificandolo, il Cardiopolmonare e siamo fiduciosi che anche altre schede Cis da noi presentate, quelle adesso classificate con priorità media o bassa, saranno finanziate dal Governo e ci vedranno ancora una volta protagonisti.

Come ricordato dal ministro Mara Carfagna – ha concluso Verduci – attraverso questo particolarissimo Contratto istituzionale di sviluppo e grazie all’ottimo lavoro di squadra che ha visto protagonisti sei Ministeri, la Regione, tantissimi sindaci e uffici comunali, si testimonia l’esistenza di una Calabria quale terra della bellezza che lavora per un Sud più facile da vivere e più accogliente per chi lo visita.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.