Locri, ritorna il magnogreco “Cavaliere di Marafioti”

marafioti

Questo post é stato letto 28670 volte!

Il Museo Nazionale di Locri – Polo Museale della Calabria ospiterà dal 30 Luglio al 7 Agosto il “Cavaliere di Marafioti”, opera in terracotta del V sec. a.C. rinvenuto nel 1910 dall’archeologo Paolo Orsi.

L’iniziativa è stata possibile realizzarla grazie alla collaborazione con il Mibact, il Museo Archeologico di Reggio Calabria, il Fai – Presidenza Regionale Calabria, e con il sostegno di Intesa Sanpaolo, nonché delle Amministrazioni di Locri e di Portigliola.

L’opera, di ritorno da Milano dalla mostra “Restituzioni. Tesori d’arte restaurati” promossa da Intesa Sanpaolo, fa ritorno per la prima volta nel territorio in cui è stata rinvenuta e sarà esposta dal 30 luglio al 7 agosto, prima di rientrare presso il Museo Archeologico di Reggio Calabria, sua sede permanente.

L’Amministrazione Comunale di Locri esprime il proprio compiacimento per quanto attuato dalle varie componenti interessate, ritenendo questa una iniziativa fondamentale per la riscoperta delle proprie origini, ma anche come evento di interesse per tutti i turisti presenti nella Locride.
L’opera sarà visibile durante gli orari di apertura del Museo di Locri, eccezionalmente aperto anche nella giornata di lunedì. Il costo del biglietto è di Euro 4 e vale per l’accesso all’intero parco archeologico.

marafioti
marafioti

Questo post é stato letto 28670 volte!

Author: Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *