Catanzaro: gestione illecita di rifiuti speciali

Catanzaro: gestione illecita di rifiuti speciali

Nell’ambito dell’operazione dell’Interpol denominata “thirty days of control” in materia di rifiuti, il personale delle stazioni Carabinieri forestale di Taverna e di Catanzaro, ha individuato in località Campo del comune di Settingiano all’interno di un terreno di proprietà di imprenditori nel settore edilizio, interessato da prossimi interventi di lottizzazione edilizia, una microdiscarica abusiva costituita da rifiuti speciali non pericolosi (calcinacci- cemento con ferro- laterizi-piastrelle –bitumi stradali), su una superfice di circa 500 metri quadri con un quantitativo di rifiuti stimato in circa 1000 mc.
Inoltre nella stessa zona è stata riscontrata anche la presenza di un piazzale realizzato mediante il riporto e il livellamento con mezzi meccanici di terreno proveniente da scavo miscelato a rifiuti speciali non pericolosi su una superficie di circa 700 metri quadri, con un quantitativo di rifiuti stimato in circa 1200 mc.

Le attività svolte e la tipologia di rifiuti rilevata, ha consentito di configurare, a carico dell’Amministratore unico della società proprietaria dell’area, oltre all’ipotesi di illecita gestione di rifiuti, provenienti dalle attività urbanistico-edilizie, non autorizzata, anche l’illecita miscelazione dei rifiuti stessi, procedendo anche al sequestro dell’area e dei rifiuti presenti.

L’attività svolta, in aggiunta a quelle attuate nel comune di Catanzaro, conferma anche l’ipotesi dell’utilizzo dei rifiuti miscelati a terre e rocce di scavo per realizzare piazzali, oltre all’uso di terreni di proprietà privata, per lo smaltimento illecito di rifiuti.

In relazione anche all’operazione Interpol “30 giorni di controlli”, si prevede una ulteriore intensificazione e stretta sui controlli, su tutta la filiera e il ciclo dei rifiuti, in tutta la provincia di Catanzaro, per tutto il mese di giugno.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!