Gerace: Riparte la mensa scolastica

Questo post é stato letto 1450 volte!

Giuseppe Pezzimenti
Giuseppe Pezzimenti

A Gerace, riparte la mensa scolastica con una significativa novità, atta a rendere più semplice la vita delle famiglie che potranno usufruire dell’importante servizio offerto, ad un costo contenuto, facendo sì che si possa incentivare anche il commercio della zona. L’Amministrazione locale, guidata dal sindaco Giuseppe Pezzimenti, ha aderito ad una piattaforma (Donacod) che permetterà ai genitori di gestire interamente, tramite una App, il servizio di refezione scolastica, senza alcun costo per le famiglie.  La stessa piattaforma, offre gratuitamente i suoi sistemi a tutte le Amministrazioni Comunali, le Scuole Pubbliche, le Società di Refezione, basando il suo modello di business sulle aziende sponsor e sugli esercizi commerciali.

Nel sottolinearne l’importanza, il Vice Sindaco Rudi Lizzi ha dichiarato:

Con Donacod a Gerace entriamo in un circuito virtuoso che consentirà di far risparmiare le famiglie sul costo dei servizi scolastici incentivando il commercio locale.

Ha fatto eco anche l’Assessore Salvatore Galluzzo il quale ha aggiunto:

Semplifichiamo e dematerializziamo la gestione della mensa scolastica con un forte abbattimento del rischio contagio. Tutto a costo zero per l’Amministrazione.

Come usufruire del servizio

Per utilizzare la funzione, le famiglie devono scaricare gratuitamente l’App per smartphone/tablet Android e iOS. Il servizio digitale, sarà operativo da subito e ci si potrà registrare iscrivendo i propri figli al servizio del Comune di Gerace. Le iscrizioni, saranno aperte a breve e le istruzioni con tutte le informazioni, saranno reperibili tramite un link che sarà pubblicato anche sul sito del Comune.

Addio ai buoni cartacei

Ogni alunno, avrà un borsellino digitale, permettendo ai genitori di recarsi in Comune per il ritiro dei blocchetti dei buoni pasto che – con il vecchio metodo – venivano portati a scuola dai bambini. A questo, seguiva il successivo contatto con il centro cottura per la preparazione dei pasti. Grazie alla dematerializzazione offerta, sarà così eliminato anche il rischio di contatti ed eventuali contagi.

Queste, alcune delle funzionalità offerte da Donacod utilizzate dal Comune di Gerace per garantire la trasparenza del servizio:

I genitori, segnaleranno solo l’assenza al servizio tramite una semplicissima funzionalità e, potranno anche conoscere il menù del giorno, con le foto dei piatti e, nel contempo, tenere sempre sotto controllo il proprio credito per poter fruire del servizio refezione. Grazie all’integrazione offerta da Donacod con pagoPA, i pagamenti saranno semplificati. Si potrà pagare il costo della refezione online o, in qualsiasi punto abilitato senza inviare la ricevuta in Comune. Sarà possibile anche sostenere – donando i Buoni Donacod – le spese degli Istituti Scolastici Pubblici aderenti e pagare altri costi come la retta di diversi Asili Nido, dei Libri Scolastici ed Universitari, le rette di varie associazioni del territorio tra cui Scuola Calcio, Scuola Tennis, Scuola Danza. Tramite l’App, si potrà prenotare al servizio refezione.

I vantaggi dei Buoni Donacod

Con Donacod è possibile anche sostenere (donando i Buoni) le spese degli Istituti Scolastici Pubblici aderenti e pagare altri costi come la retta di diversi Asili Nido, dei Libri Scolastici ed Universitari, le rette di varie associazioni del territorio tra cui Scuola Calcio, Scuola Tennis, Scuola Danza. L’App in questione, permette anche di accumulare, partecipando alle promozioni di esercizi commerciali ed aziende sponsor, dei buoni spesa – Buoni Donacod – che possono poi essere utilizzati esclusivamente per pagare spese di tipo scolastico/educative o collegate al sistema scolastico tra cui il costo della Mensa Scolastica a Gerace. I Buoni, si raccolgono a seguito di acquisti nei diversi esercizi commerciali aderenti (anche on-line) o attraverso gli Studia e Vinci (rispondendo a domande su contenuti proposti da aziende sponsor).

Questo post é stato letto 1450 volte!

Author: Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali anche online seguendo il calcio e la Reggina.