Capo d’Armi, uomo scomparso nello Jonio

Capo d’Armi, uomo scomparso nello Jonio

di Domenico Crea

Ancora tra le acque del Jonio mar (o se preferite dello Jonio mar), Roberto Anzil, 66 anni, friulano residente a Tricesimo (Udine) che è stato inghiottito dalle onde.

Durante l’accaduto sulla zona spirava un forte vento di scirocco, almeno 30 nodi, e il mare era agitato con onde altre 5 metri.
Il friulano al momento dato per disperso si trovava, insieme a 4 amici, a bordo di una barca a vela partita da Riposto (Catania) e diretta al porto d Monfalcone (GO) quando ha perso l’equilibrio cadendo in mare a 6 miglia dalla costa al largo del Promontorio di Capo D’Armi (Leucopetra Promontorium) in provincia di Reggio Calabria.

Il fatto è accaduto lunedì poco dopo le 15 e non sono serviti a nulla i tentativi di ricerca da parte degli altri amici che hanno subito lanciato l’allarme. Roberto Anzil non è sposato ed è stato informato della scomparsa il fratello.
La direzione marittima di Reggio Calabria ha inviato sul luogo dell’accaduto due motovedette. Utilizzati, al momento senza esito, anche gli elicotteri della Guardia costiera di base a Catania e un aereo del quinto reparto volo della Polizia di Stato di Reggio Calabria.

“Le ricerche stanno proseguendo – queste le dichiarazioni subito dopo l’evento del Capitano di vascello Antonio Lo Giudice della Guardia Costiera di Reggio Calabria – allargando l’area di perlustrazione nel mar Jonio, attorno a Capo d’Armi”. Nell’area dello Stretto le condizioni del tempo permangono burrascose a causa del forte vento di scirocco e per le prossime ore è stato diramato un nuovo allerta meteo per forte vento e temporali”.

Con il passare del tempo diminuisce sempre più la speranza di ritrovare in vita l’uomo.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!