Buoni spesa a Melito Porto Salvo, il bando

Buoni spesa a Melito Porto Salvo, il bando

Con determinazione dirigenziale Reg. di settore n. 12 del 02.04.2020 è stato approvato l’avviso per l’assegnazione del bonus alimentare a favore di persone o famiglie in condizione di disagio economico e sociale.

Il presente Avviso ha forma urgente e contingente dettata dalla gravità dell’emergenza senza precedenti storici che sta investendo la comunità tutta.

L’urgenza di provvedere ad un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà, comporta un necessario snellimento delle procedure burocratiche.

Tale semplificazione non può prescindere da una seria presa di coscienza da parte della cittadinanza la quale dovrà assumersi, in un’ottica di rinnovata solidarietà, la responsabilità di richiedere il buono spesa solo se realmente in stato di necessità e in possesso dei requisiti richiesti, per non privare i nuclei realmente bisognosi della nostra comunità di un aiuto che in questo momento riveste caratteristiche vitali.

Per tale motivo nella compilazione del modulo, prima della necessaria formalità, si chiede ad ogni cittadino di utilizzare il consueto buon senso approcciandosi a tale procedura come il “buon padre di famiglia”.

Ciò significherà stabilire una forte e coesa collaborazione con gli uffici preposti che, dentro un rinnovato clima di fiducia e solidarietà, potranno al meglio dare adempimento alle procedure amministrative.

  1. OGGETTO, BENEFICIARI, MODALITA’ E TERMINE DI TRASMISSIONE

Il presente avviso pubblico disciplina i criteri e le modalità per la concessione dei buoni spesa di cui all’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020, adottata al fine di fronteggiare i bisogni dei nuclei familiari impossibilitati ad approvvigionarsi di generi alimentari a causa del venir meno della fonte di reddito, stante l’emergenza epidemiologica in corso.

Al fine di contenere i rischi del contagio le istanze, di cui al modulo allegato, devono essere trasmesse, congiuntamente al documento d’identità, nelle modalità di seguito indicate:

– a mezzo mail al seguente indirizzo: politichesocialimelitops@asmepec.it

Solo ed esclusivamente per i cittadini impossibilitati a trasmettere il modulo a mezzo pec/mail, sarà consentita la trasmissione cartacea presso il Centro operativo Comunale di Protezione Civile (C.O.C) sito in Viale della libertà, Melito di Porto Salvo.

Tale modalità è da intendersi assolutamente residuale per evitare la circolazione dei cittadini in ossequio all’Ordinanza della Regione Calabria n. 21 del 28.03.2020 e n. 23 del 31.03.2020.

L’ufficio Politiche Sociali sarà contattabile per chiarimenti al seguente numero di telefono: 3343961579.

Le domande dovranno essere presentate entro il 7 aprile 2020 ore 13, fermo restando che l’ente potrà valutare anche le istanze pervenute successivamente e ogni ulteriore segnalazione su diretta relazione dell’ assistente sociale.

2 – CRITERI

Il presente avviso è volto all’erogazione straordinaria di buoni spesa, in favore di nuclei familiari con disagio economico e residenti nel Comune di Melito di Porto Salvo che si trovino in una situazione di temporanea difficoltà a seguito dell’emergenza Covid-19, in quanto impossibilitati ad approvvigionarsi di beni di prima necessità, a causa del venir meno della fonte abituale di reddito, con i requisiti puntualmente descritti nella domanda di partecipazione, allegata al presente avviso.

I nuclei familiari per poter accedere al buono spesa devono trovarsi almeno in una delle seguenti condizioni. Avere tra i propri componenti:

A)

A.1 Coloro che sono stati costretti a interrompere, sospendere e/o chiudere la propria attività commerciale, artigianale e/o commerciale per effetto delle disposizioni di cui ai DPCM del 9 e del 23 marzo 2020 e che siano privi di mezzi economici per assicurare a sé e alla propria famiglia beni di primissima necessità;

A.2 Coloro che per effetto dei DPCM del 9 e 23 marzo, sono stati impediti a svolgere attività lavorativa, anche precaria e/o saltuaria e/o stagionale, e che siano privi di mezzi economici per assicurare a sé a alla propria famiglia beni di primissima necessità;

A.3 Lavoratori autonomi a Partita IVA, aventi diritto all’Indennità COVID-19 ovvero al Bonus 600 euro per emergenza Coronavirus di cui al D.lgs.vo 18/2020, ancora non erogata alla data della richiesta, e che siano privi di mezzi economici per assicurare a sé a alla propria famiglia beni di primissima necessità;

A.4 Lavoratori dipendenti di attività chiusa o sospesa per effetto dei DPCM del 9 e 23 marzo a causa dell’emergenza Covid – 19 non aventi diritto all’indennità della Cassa Integrazione in Deroga (CID), che siano privi di mezzi economici per assicurare a sé a alla propria famiglia beni di primissima necessità;

A.5 Lavoratori dipendenti di attività chiusa o sospesa per effetto dei DPCM del 9 e 23 marzo a causa dell’emergenza Covid – 19 aventi diritto all’indennità della Cassa Integrazione in Deroga (CID) sino alla data di effettiva erogazione del beneficio, che siano privi di mezzi economici per assicurare a sé a alla propria famiglia beni di primissima necessità;

A.6 Gli inoccupati e/o disoccupati e tutti coloro privi di qualsivoglia forma di contribuzione

pubblica, non aventi i mezzi economici per assicurare a sé a alla propria famiglia beni di primissima necessità.

  1. Soggetti già assegnatari di sostegno pubblico fino ad 600 euro/mese (cassa integrazione ordinaria e in deroga, stipendi, pensioni, pensioni sociali, pensione di inabilità, reddito di cittadinanza, contributi connessi a progetti personalizzati di intervento, altre indennità speciali connesse all’emergenza coronavirus, Rei, Naspi, Dis-collaboratori, CIG ordinaria, CIG straordinaria, Cig in deroga, ecc);

Le domande dei soggetti che si trovano in una delle condizioni di cui alla lettera A) verranno valutate con priorità rispetto alle domande dei soggetti dei soggetti di cui alla lettera B).

L’elenco dei beneficiari è approvato con determina.

In seguito all’istruttoria, gli assegnatari saranno contattati per definire le modalità di consegna del

buono spesa.

3 – MOTIVI DI ESCLUSIONE

Sono esclusi dal buono spesa i percettori di reddito (lavoratori pubblici o privati, pensionati) di importo superiore ad 601 euro/mese.

Sono altresì esclusi i percettori di forme di sostegno pubblico di importo superiore ad 601 euro/mese.

Sono altresì esclusi i titolari di buoni postali, libretti di deposito, titoli azionari ed altri valori mobiliari (ivi compresi i saldi dei conti correnti bancari e/o postali), intestati a sé o ad altri componenti il nucleo familiare di valore complessivo superiore ad € 4.000,00, incrementato di 500,00 euro per ogni componente del nucleo familiare.

4 – IMPORTO DEL BUONO SPESA E UTILIZZO

Il buono spesa è una tantum e l’importo è determinato come segue:

Per i nuclei che al momento della presentazione dell’istanza non percepiscono nessun contributo/misura di sostegno pubblico (di cui al punto 2, lettera A)

COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE IMPORTO

  • NUCLEI fino a 2 persone € 100,00
  • NUCLEI da 3 a 4 persone € 300,00
  • Nuclei con 5 persone o più € 400,00

In via residuale per i nuclei percettori di contributi/misure di sostegno pubblico (di cui al punto 2, lettera

  1. B) è determinato come segue:

COMPOSIZIONE DEL NUCLEO

FAMILIARE

Con sostegno/reddito

fino da 600€

  • Nuclei fino a 2 persone € 50,00
  • Nuclei da 3 a 4 persone € 150,00
  • Nuclei con 5 persone o più € 200,00

Il Buono Spesa sarà nominativo e personale (ovvero utilizzabile solo dal titolare indicato in calce allo stesso buono), non trasferibile, non cedibile a terzi e non convertibile in denaro contante.

Il buono dovrà essere speso entro 15 giorni dalla consegna esclusivamente presso gli esercizi commerciali il cui elenco pubblicato sul sito del Comune di Melito di Porto Salvo.

Resta impregiudicata la possibilità che il Servizio Sociale professionale, al di fuori delle casistiche intervenga, previa valutazione socio ambientale, nelle ipotesi di sussistenza di stati di necessità temporanea dovuta alle misure restrittive emesse per l’emergenza epidemiologica, per la conclamata carenza di mezzi economici per assicurare a sé a alla propria famiglia beni di primissima necessità, sopra indicate. Tale possibilità sarò attivata esclusivamente in presenza di nuclei familiari composti da minori e disabili.

5 – PROCEDURA PER LA CONCESSIONE DEL BUONO SPESA

Il buono spesa verrà concesso a tutti coloro che avranno i requisiti di cui al punto 2, specificando che si terrà conto di tutti i redditi o le misure di sostegno al reddito del nucleo familiare per come risultante dall’anagrafe comunale, nel limite della disponibilità delle risorse esistenti.

6 – CONTROLLI

L’Ente effettuerà, avvalendosi degli organi competenti, tutti gli accertamenti atti a verificare la veridicità e la correttezza di quanto dichiarato nella domanda e potrà richiedere documentazione integrativa.

Le dichiarazioni mendaci saranno oggetto di denuncia all’Autorità Giudiziaria in quanto punibili ai sensi degli articoli 75 e 76 del DPR 28 dicembre 2000 n.445, le relative richieste saranno escluse dai benefici previsti dal presente Avviso pubblico e si provvederà al recupero delle somme eventualmente erogate in forza di dichiarazioni false.

7 – AVVERTENZE GENERALI

L’Ente si riserva di modificare, prorogare o eventualmente revocare il presente Avviso a suo insindacabile giudizio.

Il presente Avviso costituisce “lex specialis” e pertanto la partecipazione comporta implicitamente l’accettazione senza riserva alcuna di tutte le disposizioni ivi contenute.

8 – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Tutti i dati di cui verrà in possesso l’Amministrazione comunale saranno trattati nel rispetto del Codice

Privacy D.Lgs. 196/2003 e del Regolamento UE 2016/679.

Melito di Porto Salvo, 02.04.2020

La Responsabile dell’Ufficio

Politiche Sociali

Dott.ssa G. Daniela Campolo

Melito_Avviso_Beneficiari_Buoni_spesa QUI IL BANDO IN FORMATO PDF  

Melito_domanda_beneficiari_QUI IL MODULO IN FORMATO PDF